Genio senza età: Crazy Clown Time, il primo disco di David Lynch


Proprio ieri ho parlato di David Lynch, introducendolo con una recensione di uno dei suoi film più controversi, Strade Perdute (il primo capitolo di un'ideale trilogia che continua con Mulholland Drive e si conclude con l'ultimo - fin'ora - film del regista, INLAND EMPIRE).

Oggi invece voglio focalizzare l'attenzione su un altro aspetto dei poliedrici interessi del regista: la musica.
L'ho accennato nel post precedente: a 64 quattro anni suonati il "maestro" si rimette in gioco e sforna il suo primo disco, in uscita l'8 Novembre prossimo, dal titolo Crazy Clown Time.

L'interesse di Lynch per la musica non è però certo una novità: è nota la cura maniacale che ha sempre riservato alle colonne sonore dei suoi film e il suo interesse verso le opere sinfoniche sfociato nella regia di Industrial Symphony No. 1: The Dream of the Broken Hearted.  
Tra l'altro, nel 2009, prese parte al progetto denominato Dark Night of the Soul, ideato da Danger Mouse (al secolo Gnarls Barkley) e dal gruppo Sparklehorse, a cui contribuì con la direzione di un cortometraggio per ogni brano e un libretto di foto che accompagnò l'uscita del disco.
Anche Moby ha potuto godere della collaborazione con l'artista.

Crazy Clown Time sarà un disco di elettropop che richiamerà un suono molto vintage e un certo gusto anni 90 per l'elettronica. A dimostrarcelo sono i primi singoli che hanno anticipato l'uscita dell'album, ovvero Good Day Today e I know. Il gusto per un suono old school è indiscutibile e richiama senza mezzi termini colonne sonore importanti nella carriera di Lynch, da quella di Twin Peaks (indimenticabile la collaborazione con l'amico Badalamenti e Julee Cruise) a Mulholland Drive e INLAND EMPIRE.


Il disco conterrà 14 tracce e collaborazioni tutte da scoprire. Per ora si conosce solo quella con Karen O delle Yeah Yeah Yeahs, ma aspettiamoci sorprese. Dean Hurley ha supportato il lavoro di Lynch in fase di produzione. L'etichetta è la Sunday Best
Altro da dire non c'è, c'è solo da dare un'occhiata al calendario ed aspettare che esca il disco. Intanto Lynch, a 64 anni, si rimette in discussione. Questa è la prova che il genio non ha età.



Tracklist:


01. “Pinky’s Dream”
02. “Good Day Today”
03. “So Glad”
04. “Noah’s Ark”
05. “Football Game”
06. “I Know
07. “Strange and Unproductive Thinking
08. “The Night Bell With Lightning
09. “Stone’s Gone Up
10. “Crazy Clown Time”
11. “These Are My Friends”
12. “Speed Roadster”
13. “Movin’ On”
14. “She Rise Up”

Commenti

Post più popolari