Kroupalon Trio - La musica come non l'avete mai sentita (forse)



La musica non è mai sempre la stessa. Le note sono sette (a dire il vero un po’ più di sette) ma le possibilità di combinazioni sono immense. Persino lo stesso brano può essere eseguito in maniera diversa, risvegliare sensazioni sempre nuove, evolversi verso strade mai battute.
Il “Kroupalon Trio” è la prova di come tutto questo sia vero.
Un trio di percussionisti. Il Kroupalon che da il nome al gruppo, in effetti, è una percussione (anzi, uno strumento a concussione) tipica dell’antica Grecia, utilizzato per dare il tempo al coro.
Il Kroupalon Trio sono tre musicisti diplomandi al “Conservatorio di Musica N. Piccinni di Bari” che hanno deciso, ormai da un anno, di unirsi per dar vita a un progetto con lo scopo di  “divulgare la conoscenza e la musica degli strumenti a percussione”.
Insomma, qui parliamo di musicisti veri, tre percussionisti con le palle: Alessandro Matteace, Nicola Porti e Walter Celi. Ragazzi che hanno studiato e che studiano per migliorare ed evolvere il loro modo di fare musica.

Il Kroupalon Trio suona di tutto, il loro repertorio spazia dalla musica classica alla contemporanea, dal minimal al tribale, passando per il trash. Ma la vera sorpresa sono gli strumenti che usano, dai più ovvi (timpani e tamburi) ai più originali (marimba, vibrafono ma anche bidoni, coperchi e altri oggetti di uso comune). L’originalità non è una scelta fatta a tavolino ma uno stile di vita, per loro. E di musica.

Nell'estate del 2011 hanno seguito in tour l'EcoFestival per promuovere la raccolta differenziata. Dal 2010 sono stati individuati dall’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari per le collaborazioni nella stagione sinfonica.
Voci di corridoio dicono stiano preparando il loro primo disco. Nell’attesa, possiamo ascoltare alcune tra le loro migliori esibizioni live




Canale su You Tube

Commenti

Post più popolari