I 10 re dell'horror: ancora una classifica


La settimana scorsa ho provato a festeggiare le (mie) regine dell'horror e devo dire che le scelte mi hanno veramente soddisfatto. Oggi invece vorrei rivolgere l'attenzione ai re dell'horror, quegli attori che sono diventati icone o, più, semplicemente, hanno segnato un'evoluzione per quanto riguarda i ruoli maschili nei film di genere, passando da un machismo stucchevole a una complessità introspettiva mista ad ironia o, più semplicemente, modernità. 
10) Vincent Price


Price è l'horror. L'horror di serie b. Ha praticamente interpretato qualsiasi tipo di personaggio. Lui è la storia di un genere e ha determinato i cambiamenti essenziali nella concezione dei personaggi maschili nel cinema dell'orrore. Praticamente leggenda.

09) Bela Lugosi


Bela Lugosi ha rinnovato il modo in cui Dracula veniva concepito. Perché l'eleganza aristocratica viene sostituita da un divismo ancora sconosciuto. E Bela Lugosi era un divo oscuro che ha condizionato non solo il cinema horror ma anche la cultura pop e musicale.

08) David Hess


David Hess è stato un attore (e cantante) canadese. Praticamente il suo nome non dice nulla chi non mastica horror a colazione, eppure lui nel genere ci ha sguazzato. I suoi personaggi sono la manifestazione di un'inquietudine interiore (soprattutto in La casa sperduta nel parco, di Ruggero Deodato) che si manifesta violentemente ma senza il machismo tipico del genere. 

07) Kurt Russell


Ok, non si tratta di un attore prettamente di genere ma un motivo ci sarà se è stato l'attore feticcio di John Carpenter e se Quantin Tarantino lo ha voluto nel suo Grindhouse. E in effetti addosso a Kurt Russell si è sovrapposta la figura dell'antieroe che egli stesso ha preso in giro (assieme al maestro) in un film come Grosso Guaio a Chinatown. Ah, l'essere stato il protagonista di La Cosa lo pone automaticamente in questa classifica.

06) Ray Wise


Wise è uno di quegli attori che mi porto nel cuore. Non solo perché ha interpretato Leland Palmer nella serie Twin Peaks e nel prequel cinematografico Fuoco Cammina con Me, ma perché è sempre stato presente nel cinema di genere, in pellicole importantissime. Ed è bravo, bravissimo, con quell'aria mistophelica che si porta dietro.

05) Doug Bradley


Brandley è Pinhead. Certo, oltre alla serie di Hellraiser ha recitato in altri film horror, ma lui è Pinhead. E Pinhead è il male. Forse il cattivo più cattivo di sempre. 

04) Patrick Wilson


Wilson non è ancora una star del cinema horror, ma James Wan lo ha preso sotto la propria ala e lui ha recitato in tre dei suoi ultimi film: Insidious, The Conjuring e Insidious 2. E Wilson ha la faccia adatta al cinema horror, mentre i suoi personaggi sono l'antitesi dei personaggi maschili tipicamente horror: deboli, sentimentali ma non stupidi. Teniamolo d'occhio.

03) Tony Todd


Ecco, Tony Todd. Un'altra leggenda fin troppo dimenticata. Lui è Candyman ma non  solo. Uno dei pochi "mostri" cinematografici afroamericano. Solo per questo si merita il terzo posto di questa classifica. 

02) Robert Englund


Englund non solo è il Fraddy Krouger di Nightmare, ma è anche il simbolo di un certo tipo di cinema dell'orrore, in grado di prendere e prendersi in giro.

01) Bruce Campbell


Che dire, il primo posto era assolutamente scontato. Campbell è la fighezza. Lui è la serie b. Lui è il mito più grande del cinema di genere. Inchiniamoci a lui.

Commenti

  1. Io ci volevo anche Udo Kier.
    Tutta bella gente (Bradley <3) e la foto di Russel mi fa scompisciare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di Kier non ho visto molti horror, quindi non l'avrei potuto giudicare in tal senso.

      Elimina
  2. Wow, oddio Ray Wise mi faceva accapponare la pelle, ci sono alcuni che non conosco, ma proprio perché non ho ancora recuperato una matassa di film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io direi che potrebbe essere l'occasione per recuperare qualche film ;)

      Elimina
  3. We'...quanta bella Bernarda!
    Com'e' che non ha fatto proseliti?





    Aiutami: dov'e' che conosco in una parte volutamente da coglione il N.1? E' un film abbastanza conosciuto e lui faceva un'autoironica parte da piacione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ultimamente sembra non faccia altro Campbell, quindi difficile dirlo. Il Grande e potente Oz? My Name is Bruce?

      Elimina
    2. Eh no,e' roba vecchiotta..

      Elimina

Posta un commento

... e tu, cosa ne pensi?

Post più popolari