09 aprile 2014

[Recensione Cortometraggio] Lights Out (di David F. Sandberg, 2013)


Raddoppiamo i post di Combinazione Casuale quest'oggi, c'è qualcosa che vorrei farvi vedere. 

Si tratta di un corto, e io di cortometraggi non parlo da ormai un po' troppo tempo. Eppure sta uscendo roba mica niente male e nemmeno tanto difficile da reperire, sul web, ad opera di giovani e vecchi cineasti, ad opera di chi è già conosciuto e di chi cerca ancora di trovare il proprio spazio. Ed è un peccato non poter godere di certe opere che, seppur nella loro brevità, possono colpire con particolare durezza lo spettatore lasciando un segno indelebile. Ed è quello che mi è capitato recentemente dando uno sguardo a Lights Out, cortometraggio horror di due minuti e mezzo, diretto dallo svedese David F. Sandberg e vincitore 2013 del premio come Miglior Regia al Who’s There Film Challenge

E se il titolo del corto non ve lo lascia intuire ("Luci Spente", in italiano) allora ve lo dico io di cosa parla: della paura del buio e delle oscure presenze che lo abitano. E se questo Lights Out non vi spaventa almeno un pochino, beh, allora vuol dire che sono io quello che è diventato facilmente impressionabile. Per sicurezza, guardatelo con la luce accesa ;)



Allora, il corto sta letteralmente spopolando (e terrorizzando) il web. Se non ci credete ecco alcuni video che lo dimostrano, mostrando le reazioni di alcuni spettatori. Buon divertimento:




E se questo vi è piaicuto, potrebbero arrivare altri cortometraggi horror interessanti, su Combinazione Casuale.

12 commenti:

  1. bello...anche se avrei preferito qualcosa di meno "visibile" nel finale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente è vero, ma è comunque una "visione" grottesca e terrorizzante, quindi va bene così per i miei gusti.

      Elimina
  2. LA FACCIA DELLA TIPA DEL VIDEO REACTION!

    RispondiElimina
  3. Ma dove l'hai trovato, da me o dal blog dove a mia volta l'ho trovato anche io?

    Comunque meritava un post tutto suo anche per me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà lo aveva mostrato a me e alla mia ragazza un amico, sapendo che siamo entrambi appassionati di horror. Qualche settimana dopo ho deciso di parlarne.

      Elimina
    2. Io l'avevo trovato su un blog horror che ti consiglio, The Dunwich Gazzette

      Elimina
    3. Anche solo il nome ispira fiducia ;)

      Elimina

... e tu, cosa ne pensi?

Potrebbe interessarvi anche questo?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...