Curiosando Casualmente un Film: 10 Curiosità su Ritorno al Futuro


Quest'anno ricorre l'anniversario del film Ritorno al Futuro. Non so se l'ho mai detto, ma questo resta uno dei miei film preferiti in assoluto. Mi ricorda la mia infanzia, mi ricorda un tempo che non è più, mi ricorda un certo modo che avevo di guardare i film. Ecco, Ritorno al Futuro è uno dei film della mia infanzia, ci sono affezionato più per questo che per meriti oggettivi. Ancora meglio, non credo ne parlerò in futuro, non credo lo recensirò mai perché non ne sarei assolutamente capace. Però, per festeggiare questo anniversario (30 anni e non sentirli :D ), ho deciso di renderlo centro della nuova rubrica Curiosando Casualmente un Film. Quindi ecco a voi 10 curiosità su Ritorno al Futuro (il primo e inimitabile):


1) Nel primo film Doc Brown usa spesso un intercalare, ovvero "bontà divina", che nei sequel diventa il leggendario "grande Giove". Quella però è stata una scelta di doppiaggio. In realtà Doc dice (in tutti e tre i film) "great Scott", un'esclamazione tipica della letteratura americana.


2) Nonostante la prima scelta per il ruolo di Marty fosse sempre stata Michael J. Fox, a causa degli impegni dell'attore nella sitcom Casa Keaton a interpretare il personaggio principale nelle prime settimane di riprese fu l'attore Eric Stoltz. Qualcosa però non convinse Robert Zemeckis e Bob Gale: non che Stoltz non fosse bravo, ma non aveva abbastanza ironia per quel ruolo. Ruolo che, a quanto pare, non poteva non essere di Fox. Che alla fine, venendo a patti con la produzione di Casa Keaton, decise di farlo suo. Il risultato fu un lavoro massacrante che vide l'attore di giorno sul set della sitcom e di sera, fino a notte tarda, su quello del film. Tra l'altro furono rigirate tutte le scene, allungando così i tempi e i costi, che aumentarono di circa 3 milioni di dollari.


3) Nel film c'è un omaggio a Stanley Kubrick, una vera e propria citazione: si tratta della prima scena del film, quella in cui Marty entra a casa di Doc e attacca la sua chitarra all'amplificatore. Sull'amplificatore c'è un etichetta con sopra scritto CRM114, sigla che compare in ben quattro film di Kubrick ovvero Il Dottor Stranamore, 2001: Odissea nello SpazioArancia Meccanica e Eyes Wide Shut.


4) Nel film fa un cameo il cantante della band Huey Lewis & The News, Huey Lewi (è il membro della giuria che al megafono mette fine all'audizione di Marty e del suo gruppo), autore di Back in Time e The Power of Love, parte della colonna sonora del film. Il bello è che la canzone suonata dalla band di Marty, i Pinhead, è proprio una versione alternativa di The Power of Love.


5) Inizialmente per interpretare Jennifer (la fidanzata di Marty) fu scelta Melora Hardin. L'attrice però fu licenziata ancor prima di cominciare quando a Stoltz fu sostituito Fox. Il motivo? L'altezza dell'attrice rispetto a quella del nuovo protagonista. Per il ruolo fu poi ingaggiata Claudia Wells che però nei successivi due film fu sostituita dall'attrice Elisabeth Shue.


6) A Sid Sheinberg il titolo Ritorno al Futuro non piaceva. Era sicuro che avrebbe confuso glii spettatori tenendoli lontani dai cinema. Propose poi, come nuovo titolo, Spaceman from Pluto, dall'omonimo fumetto mostrato nel film. Ovviamente Zemeckis e Gale non furono contenti della scelta. Fu il produttore esecutivo Steven Spielberg a sistemare le cose scrivendo una nota a Sheinberg: "bella battuta la tua", gli disse scatenando l'ilarità della troupe. Sheinberg, per non fare la figura dell'idiota, lasciò perdere.


7) Inizialmente Robert Zemeckis e Bob Gale fecero una gran fatica a trovare qualcuno che producesse il loro film. Se da una parte infatti Ritorno al Futuro è e rimane un film per ragazzi, da un'altra presenta tematiche non adatte ai più giovani (la Disney si rifiutò di produrre un film in cui si parlava, anche se in maniera fantasiosa, di incesto). Alla fine dovettero ricorrere a Steven Spielberg, loro amico e già produttore esecutivo di 1964 - Allarme a N.Y. arrivano i Beatles!.


8) Einstein, il cane di Doc, inizialmente avrebbe dovuto essere uno scimpanzè. Ma l'idea non piacque al solito Sid Sheinberg, che pretese un cane.


9) L'idea alla base del film venne allo sceneggiatore (e produttore) Bob Gale quando trovò nella soffitta della casa dei suoi genitori l'annuario scolastico del padre. Guardando il Gale senior in foto infatti, il buon Bob si accorse di quanto sembrasse un nerd e si chiese se i due sarebbero mai potuto essere amici. Da qui l'idea di tornare in dietro nel tempo e incontrare i propri genitori da giovani.


10) Ralph Macchio, il Daniel-san di Karate Kid, fu contattato come primo rimpiazzo di Michael J. Fox ma rifiutò il ruolo. Anche Christopher Lloyd inizialmente rifiutò di interpretare Doc Brown, ma fu poi convinto dalla moglie. Tra l'altro, per ovviare alla differenza di altezza tra lui e Michael J. Fox, fu costretto a piegarsi il più possibile nelle scene in cui i due erano insieme. Per questo appare così curvo in alcune scene del film.

Commenti

  1. che incanto!!!!
    non solo il 1° film ma tutta la 3logia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò: il mio preferito in assoluto è il terzo, ma al primo sono più affezionato

      Elimina
  2. E' anche uno dei miei film preferiti in assoluto (come tutta la saga) ma in effetti il primo è unico, ho scoperto cose "nuove" che non sapevo, certo che...30 anni (come me), ne è passato di tempo ma rimarrà per sempre un cult generazionale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per questo ci sono tanto affezionato, io: praticamente siamo coetanei :P

      Elimina
  3. Great Scott! è anche un'esclamazione usata da Brad Majors in The Rocky Horror Picture Show XDXD
    A parte questo, settimana scorsa sono andata a Settimo Torinese a vedere la mostra con i cimeli originali dei tre film e ammetto di essermi commossa a tratti, soprattutto davanti alla tuta gialla di Marty!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso dirlo? Quanto ti inviiiiiiiiidio :P

      Elimina
  4. Curiosità numero 11: nella versione italiana Scott diventa Marty come il protagonista di Teen Wolf, per cavalcare il successo italiano del film che aveva reso famoso Michael J. Fox :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti devo correggere: è il contrario :) in Voglia di Vincere il protagonista da Scott diventa Marty per cavalcare il successo in Italia di Ritorno al Futuro ;)

      Elimina

Posta un commento

... e tu, cosa ne pensi?

Post più popolari