Outcast 01x01: A Darkness Surrounds Him (diretto da Adam Wingard, 2016)


Oggi non ci sarà la recensione che avevo programmato di Captain America: Civil War ma parleremo di Outcast, la nuova serie TV della Fox. Il primo episodio di Outcast, A Darkness Surrounds Him - in Italia Venite a Prendermi, è andato in onda in anteprima mondiale il 20 Maggio scorso avendo la Fox ha deciso di trasmetterlo in streaming gratuito sulla pagina Facebook ufficiale. Ideata da Robert Kirkman (il papà di The Walking Dead), Outcast è una serie nuova nuova, tratta dal comic omonimo di cui ho accennato qualcosa qui. E sebbene abbia deciso di non parlare più di singoli episodi di Serie Tv, questa volta faccio un'eccezione, sia perché si tratta di un'anteprima assoluta che attendo da più di un anno, sia per la modalità con cui la Fox ha deciso di renderla disponibile a chiunque e completamente gratis. 

LA TRAMA

Kyle Barnes (Patrick Fugit) è tornato da poco a vivere nella fittizia cittadina di Rome, della Virginia Occidentale. Ha un passato tormentato ed ormai "sopravvive" ai margini della società. Ma Kyle, nonostante il suo aspetto e lo stile di vita, non è una persona come tante: ha infatti il potere di scacciare i demoni dai corpi delle persone che possiedono. E userà questo potere per aiutare il Reverendo Anderson (Philip Glenister) e scoprire qualcosa di più a proposito degli eventi che gli hanno sconvolto l'esistenza fin da bambino.


IN POCHE PAROLE: horror, cupo, interessante (bisognerà attendere gli sviluppi futuri). 

IN PIU' PAROLE

A Darkness Surrounds Him, il primo episodio di una delle serie televisive più attese degli ultimi anni, è una vetrina particolarmente accurata non solo di quel che potrebbe divenire in futuro, ma soprattutto di quel che è già l'opera cartacea da cui è tratta: il fumetto. L'opera di Robert Kirkman era, infatti, nata pensando ad uno show televisivo e solo in seguito rappresentata sulle pagine del comic americano. E chi arriva dall'Outcast cartaceo dovrà fare i conti con una rappresentazione che (almeno per ora) lo ripercorre fedelmente, in certi casi addirittura scena per scena, vignetta per vignetta. 

Alla regia troviamo Adam Wingard, quello del - per me - mediocre You're Next e del figo The Guest. Il fighettino dell'horror indi americano, ancora una volta, dimostra di sapere muovere la macchina da presa, ancora una volta da prova di una di una buona capacità di regia quando ci si mette e lascia per strada le fighettinagini, E questa volta, su sceneggiatura del sapiente Kirkman, tira fuori un buon episodio, con alcune scene molto esplicite e una forza di fondo non indifferente, forse eccessivamente patinato per i miei gusti (ma siamo in TV e siamo alla Fox), forse più adatto a chi non sta leggendo il fumetto (la cui lettura, per sua natura, svilisce parte della visione).


Sebbene il pilota non possa (e non potrà mai, vedi proprio TWD) essere totalmente indicativo sulla futura strada che Outcast prenderà, per adesso soddisfa le aspettative, sia di chi è già lettore della storia, sia di chi si approccia a Kyle Barnes e alla sua maledizione per la prima volta. Tra le altre cose, credo che il coinvolgimento diretto di Kirkman possa rivelarsi un valore aggiunto, Sperando di non doverci sorbire un clone esorcistico de "i passeggiatori morti" e sperando che non venga snaturalizzata la controparte cartacea come avvenuto con The Walking Dead, sono convinto che questo A Darkness Surrounds Him abbia le carte in regola per inaugurare un nuovo fenomeno televisivo, non tanto per la popolarità quanto dal punto di vista qualitativo. Le carte in regola le ha: atmosfera, potenza visiva, appeal horror ma un certo gusto estetico addirittura popolare. Spero di non venire smentito, ma per saperlo ci tocca aspettare Giugno, e non sarà facile. 

Questo mi ricorda qualcosa però...


LATI POSITIVI: atmosfera, potenza e crudezza visiva (cavolo la prima sequenza), impatto horror di alcune scene, storia dai risvolti incredibilmente interessanti, il coinvolgimento diretto di Robert Kirkman.

LATI NEGATIVI: una certa pulizia visiva in contrasto con lo sporco che racconta, un po' di patinatura. Per chi sta leggendo il fumetto, il rischio "già visto" è dietro l'angolo.

CONCLUSIONE: episodio pilota promosso, anche se non mi ha entusiasmato come mi sarei aspettato. Bisogna ammettere però che anche il fumetto è molto lento e per ingranare, in quel caso, ci è voluto tutto il primo arco narrativo. Ma attendiamo almeno la fine della prima stagione che inizierà ufficialmente a Giugno di quest'anno. 

Commenti

  1. The Walking Dead l'ho mollato, ma questo lo guardo oggi pomeriggio. Non vedo l'ora ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, mi piacerebbe leggere la tua opinione a riguardo, perché io non mi sono esaltato ma devo ammettere che leggere il fumetto mi ha "derubato" di gran parte della sorpresa.

      Elimina
    2. Io, invece, conosco il tema giusto per grandi linee. Passo ad aggiornarti. :)

      Elimina
    3. (Piaciuto! Cattivello!)

      Elimina
    4. Bene, con cattivello ti riferisci alle scene più "forti"?

      Elimina
    5. Sì sì, soprattutto il bambino preso a pugni, sai?
      Hanno metodi poco ortodossi, noto.
      Però ho gradito assai. :)

      Elimina
  2. The Walking Dead è tra le serie Tv più mal scritte in circolazione e la forza per recuperare la quinta e la sesta mi viene meno ogni volta che penso alla terribile quarta stagione.
    Però a questa qui voglio dare una possibilità ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fin fine si tratta di due lavori concettualmente diversi, quindi sì, una possibilità gliela si può dare

      Elimina
  3. ho letto qualche recensione più negativa negli USA, ma resto moderatamente positivo! Spero di riuscire a guardarlo già stasera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come al solito, fa sapere ;)

      Elimina
    2. Intanto, come avrai visto, ho recensito The Guest :)

      Elimina
  4. Su TWD ormai seguo solo le recensioni dei blogger, questo magari una occhiatina la daro'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno al pilot puoi dare una chance senza problemi

      Elimina
  5. Son qua che oscillo tra la convinzione più decisa e il rifiuto più totale, continuo a rimandare la visione ma alla fine so già che lo guarderò pensando che tanto fra qualche puntata precipiterà modello TWD e lo abbandonerò... Maledetti pregiudizi e maledetta curiosità :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, a differenza di TWD però questa serie è stata proprio pensata per la TV e sembrerebbe che Kirkman sia parte integrante del progetto. Dalle un'occasione, su ;)

      Elimina

Posta un commento

... e tu, cosa ne pensi?

Post più popolari