07 gennaio 2017

[Poesia] FINGERE O NON FINGERE


Fingere o non fingere,
questo è il dilemma.
Questo, fatto di incubi notturni
e di terrori velati di luce del sole,
di lavoro e di pigrizia,
della gente che non capisce
e mente,
intrappolata in pensieri comuni
come pozzanghere durante il diluvio.

È il parlare per sentito dire
che ci fotte,
è la solitudine che sembra
tornata di moda,
misantropi part time
pieni di odio da fine settimana.
Tutti duri e puri
dopo essersi sporcati.

Vi rivelerò un segreto:
la solitudine fa schifo
perché consuma
come un cancro ai testicoli
ed ha il sapore del passato
privo di speranza nel futuro.

È un racconto troppo lungo:
addormentati prima che finisca,
ci lascia a sognare
di quello che potrebbe
per poi svegliarci con quel che non sarà.

Perché la cosa più brutta
di quando qualcuno va via da te
e non vederlo mai voltarsi indietro.

1 commento:

  1. La solitudine uccide, ma ogni tanto ne ho bisogno, quel poco che basta per non diventare misantropo da intera settimana.
    Quanto è vera l'ultima frase che hai scritto...

    Moz-

    RispondiElimina

... e tu, cosa ne pensi?

Potrebbe interessarvi anche questo?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...