Ridere


Andò a finire
che mi misi a parlare
di quanto il cielo fosse azzurro,
quella volta.
Andò a finire
che c'era il temporale
e goccioloni grandi
come noci
ti bagnavano i capelli,
neri come angeli in lutto.
Tu, solamente, ridevi.
Ridevi
perchè sotto la pioggia
si può ancora piangere
senza essere notati.
Ridevi
perchè la tristezza
è solo il rimpianto
di un'altra cosa bella
persa per sempre.

Andò a finire così
e adesso che è passato tanto tempo
e il cielo è azzurro,
veramente,
io non so che cosa dire.
Avrei soltanto voglia
di ridere.

Commenti

Posta un commento

Info sulla Privacy

Post popolari in questo blog

6 racconti creepypasta che non vi faranno dormire la notte

Top 5: le Creepypasta (o leggende web) più inquietanti

Notte Horror 2018: La Chiesa (di Michele Soavi, 1989)

Breaking Bad - Recensione e curiosità di una serie già cult

[Recensione] Il Fuoco della Vendetta - Out of the Furnace (di Scott Cooper, 2013)