Alla ricerca di una via d'uscita (Poesia)

(foto di Frank Romantico)


Cerco una via d'uscita:
dalla stanza che si restringe,
dal letto che ormai
è a ridosso dell'armadio.
Una via d'uscita
che mi porti in quell'altrove
che ho vissuto solo in sogno.

Mi sveglio e, alzandomi,
sbatto la testa sul soffitto.
Sto soffocando, sì,
premuto/spermuto
dall'aria carica di piombo.
Dal muro, il poster
di un cantante che non conosco
mi saluta da Las Vegas
come fosse un manichino.

Vomito un po',
la scrivania ormai è andata,
Il computer
se l'è portato via
l'uomo nero,
passato a salutare.
Resta la finestra, sì,
la finestra
da cui guardo
il cielo implodere.

di Frank Romantico

Commenti

  1. immagini di una placida apocalisse interiore ed esteriore,davvero bella!

    RispondiElimina
  2. hai un tocco nelle parole (poetiche o recensorie) non comune, ti fai leggere senza stanchezze o distrazioni ... i pensieri sbattono forti come le tende alle finestre ma sanno che difficilmente possono spiccare il volo

    RispondiElimina
  3. Che dire, grazie mille per le tue parole, mi fanno piacere.

    RispondiElimina

Posta un commento

Info sulla Privacy

Post popolari in questo blog

6 racconti creepypasta che non vi faranno dormire la notte

Top 5: le Creepypasta (o leggende web) più inquietanti

Notte Horror 2018: La Chiesa (di Michele Soavi, 1989)

Breaking Bad - Recensione e curiosità di una serie già cult

[Recensione] Il Fuoco della Vendetta - Out of the Furnace (di Scott Cooper, 2013)