Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2012

Halloween? I migliori film sulla Notte delle Streghe

Immagine
Doppio appuntamento di Halloween qui su Combinazione Casuale. Appuntamento serale, il momento in cui la notte delle streghe prende forma. Uscirete, voi? Andrete a qualche veglione in maschera. Se è così buon divertimento, ma se pensate di passare la serata in compagnia di qualche amico a vedere film per festeggiare in maniere "casalinga", ecco che il vostro blogger di fiducia ve ne consiglia qualcuno. Perchè Halloween non è Halloween senza qualche buon film da gustare sul divano. 
Ovviamente non voglio proporvi una Top 7 di film horror che adoro ma una Top 7 di film su Halloween, adatti non solo a una serata da paura ma a "questa" serata in particolare. Quindi mettetevi comodi e partiamo:

Halloween - The Beginning (di Rob Zombie, 2007)

Immagine
Halloween, la notte delle streghe, è una festa pagana che dall'Europa celtica venne esportata con successo nel nuovo mondo degli Stati Uniti. Ma Halloween è la vigilia di Ogni Santi, la notte in cui gli spiriti dei morti tornano in vita e il soggetto perfetto per un film dell'orrore che si rispetti, a partire dalla pratica del Trick or treat, il "dolcetto o scherzetto" ovvero la possibilità di pagar dazio per permettere ai propri defunti di riposare in pace. Ma un film per Halloween non è necessariamente un film su Halloween. Se l'horror è uno dei generi più proficui e non sono pochi i capolavori che lo costellano, i film dedicati alla notte delle streghe, nonostante l'abbondanza, non si lasciano ricordare facilmente. L'anno scorso, per festeggiare questa festività, recensii non solo quello che considero un capolavoro tra i capostipiti del genere slasher, ma il film di halloween per eccellenza: Halloween - La notte delle streghe (recensito qui), di John C…

Biografie Casuali: Jessica Biel

Immagine
Il secondo appuntamento con Biografie Casuali è incentrato su un'altra grande bellezza, alla ribalta non solo per il recente fiorire della sua carriera cinematografica, ma anche per il suo recentissimo matrimonio: sto parlando di Jessica Biel
La carriera di Jessica inizia da giovanissima: americana al 100%, classe 1982, esordisce quattordicenne in tv nella serie Settimo Cielo e partecipa, un anno dopo, alla sua prima grande produzione cinematografica, L'oro di Ulisse, a fianco del premio oscar Peter Fonda. Nel 2001 la Biel lascia finalmente Settimo Cielo. Da quel momento in poi si ritroverà impegnata in una lunga serie di film più o meno importanti, attraverso i quali si imporrà sul pubblico in qualità di attrice e sex symbol, senza però mai convincere pienamente per le proprie qualità artistiche.  Nel 2003 recita nel remake di Marcus "non sono un regista, sono un prestanome" Nispel, Non aprite quella porta, nel ruolo che era stato diciannove anni prima diMarilyn Bu…

Combinazione Casuale wants You

Immagine
Hai scritto un romanzo, una raccolta o un fumetto e hai voglia di vederlo recensito? Hai autoprodotto il tuo capolavoro in formato eBook e vorresti vedere pubblicizzato il link per il download? Oppure sei un videomaker e vorresti leggere la critica al tuo lavoro?  Se sei uno scrittore, un videomaker o un musicista, se hai registrato un disco e vuoi che se ne parli su queste pagine, allora contatta Combinazione Casuale scrivendomi alla mail frank_romantico@hotmail.it
Puoi scrivermi anche per leggere la recensione del tuo film preferito.  Puoi contattarmi anche sulla pagina facebook ufficiale di Combinazione Casuale.
Combinazione Casuale want YOU

L'eBook contro gli "amanti della carta"

Immagine
Ultimamente, parlando con gente in giro - con amici, parenti, conoscenti o semplici passanti - mi sono ritrovato spesso a discutere di un argomento in particolare, che mi sta a cuore più in qualità di lettore che di scrittore: l'eBook. Ne ho già parlato in passato proprio QUI, su Combinazione Casuale, ma solo negli ultimi tempi mi sono ritrovato a poter discutere di questa "diabolica" tecnologia con le persone che mi circondano, non perchè sia stato infranto qualche tipo di tabù ma perchè, con l'arrivo in Italia del più conosciuto tra gli eBook Reader (il Kindle di Amazon), la gente ha cominciato a ritrovarsi questo strumento d'avanti agli occhi. Il bello è senza saper minimamente di cosa si tratti.
Prima ho scritto diabolica riferendomi a questa tecnologia. Non per dare all'eBook o all'eReader una valenza negativa ma perchè, a pensarci bene, si tratta proprio di qualcosa di diabolico: solo 100 anni fa l'idea di condensare migliaia di libri in un uni…

Biografie Casuali: Mila Kunis

Immagine
Qualche tempo fa scrissi un post tutto dedicato ad un attrice in particolare, la musa ispiratrice di questo blog, assunta recentemente allo status di diva, artista in auge: Rooney Mara. E' passato qualche mese ma da allora, da quell'articolo che definii unico, l'idea di scrivere brevi biografie dedicate a personaggi dal mondo del cinema, della musica o della letteratura è balenato e non è più andato via. Proprio per questo ho deciso di inaugurare una nuova rubrica, Biografie Casuali, che casuali non saranno perchè riguarderanno sempre qualche personalità che reputo importante da conoscere o da approfondire.

Inauguro la rubrica con una delle donne più belle del belle e sensuali del panorama cinematografico attuale, che ha dimostrato il proprio talento in recenti pellicole importanti, attualmente al cinema con il divertentissimo e scorretto Ted (recensito qui): Mila Kunis. Classe 1983, nata nella città ucraina di Černivci da una famiglia di origine ebraica, si trasferì a Lo…

Fantasmi da Marte (di J. Carpenter, 2001)

Immagine
Anche i lavori minori di un vero artista hanno motivo di esistere. Per quanto possano sembrare brutti, poco originali, inconsistenti e mal realizzati, c'è un motivo se l'artista ha deciso di dedicarvisi. Possa anche essere questo motivo una marchetta. E' da anni che ormai John Carpenter viene considerato un regista finito. Perchè, è vero, il suo ultimo film (The Ward, 2010) è stato su commissione ed è arrivato dopo una pausa di dieci anni dal mondo del cinema. Tra l'altro senza convincere più di tanto - come si dovesse sempre tirar fuori capolavori per contratto.  I detrattori diranno che nemmeno i suoi lavori precedenti si potevano definire opere degne del suo nome e il primo film che citano in tal senso è il penultimo Fantasmi da Marte, del 2001. E' vero, Fantasmi da Marte è un film minore. Ma è il film di un artista. Uno che anche nel peggiore dei casi ci mette uno stile inconfondibile a velare uno spirito saldo e ben definito. La reinterpretazione della realtà…

Tanti Auguri Combinazione Casuale

Immagine
Eccomi qui, è l'11 Ottobre del 2012 e con non molta sorpresa mi accorgo che è già passato un anno.  Un anno, quanto è lungo un anno? In un anno possono succedere un sacco di cose e può non succedere niente. E' troppo breve, un anno, ma una volta passato ti accorgi che è voltato. Ti accorgi di aver per qualcosa: un anno di vita, un anno per poter imparare, un anno per poter crescere, un anno per poter realizzare quel che credevi di dover realizzare. Dodici mesi. Dodici nuove tacche, poi punto e a capo, prima di un altro anno, un altro ciclo che chissà cosa porterà.  Ora Combinazione Casuale è un bambino non troppo carino che racconta storie. Che trascrive eventi, che parla di quel film o di quella canzone come se veramente ne capisse qualcosa. Ma che ne puoi capire quando hai appena compiuto un anno? Però ci sono state più di 48 mila visite in quest'anno. 48 mila errori, 48 mila persone che volevano vedere il bambino. Alcuni poi sono tornati, altri hanno visto che non cresc…

L'hip hop e la polemica tutta all'italiana

Immagine
Girando per il web nelle ore scorse mi sono accorto di una cosa in un certo senso molto triste, una sorta di bagarre che ha come oggetto e "campo di battaglia" l'hip hop italiano. Ora, non so quanti tra i miei lettori ascoltino hip hop, anzi, rap. Non so quanti considerino questo genere un (non) genere, (non) musica e, soprattutto, quanti siano disposti a parlare di hip hop come di cultura. Di certo qui in Italia è difficile. Di certo qualcuno potrebbe obbiettare che, se di cultur si tratta, di cultura importata si parla, quindi di qualcosa che non ci appartiene, qualcosa di troppo lontano da noi per poter essere metabolizzata, fatta nostra. Cosa non vera visto e considerato che in altri paesi, europei (Francia, Germania) e non (Giappone) l'innesto è avvenuto con successo da almeno un decennio. Probabilmente il limite qui da noi è la mancanza di un reale melting pot ma non voglio lanciarmi in simili considerazioni, troppo vaste per un post su un blog. Quello di cui …

Orsacchiotto bastardo - Ted (di S. MacFarlane, 2012)

Immagine
Per molte personeSeth MacFarlane è l'antagonista ideale di Matt Groening. Non perchè i due abbiano avuto screzi o siano andati in conflitto per un qualsivoglia motivo, ma perchè questi geni sono i rispettivi autori di due delle serie animate più amate della televisione americana (e mondiale): rispettivamente I Griffin e I Simpson. Le due opere spesso vengono accostate, appaiono come rivali, e in effetti i tratti comuni che le accomunano sono parecchi, a partire dall'ironia passando per il politicamente scorretto. Se però I Simpson vengono considerati da sempre come il lato intelligente e sottilmente controccorrente dell'animazione seriale americana, I Griffin sono sempre apparsi come i cugini scemi. Questo perchè la cattiveria di questa serie animata è sempre stata di livello tale da dover essere stemperata con il demenziale e il non sense.  In modo simile può essere giudicato il primo film di MacFarlane, Ted (2012), un'irriverente favola moderna che attacca con feroc…

Silenzio

Immagine
Non parlatemi di sogni,
di amore,
di tutte quelle cose lì
che si infrangono
ancora prima di toccarle.

Non parlatemi di come dormite la sera,
di chi sta meglio e chi sta peggio,
dei dovrei, i vorresti e i vedrai.
Non voglio più guardare,
non voglio più essere costretto a vedere
la scia infinita di ogni fallimento.

Ci sono i mostri, lì fuori,
i mostri
pronti a mangiarti
e a farti diventare come loro
(i mostri)
donne dalle gambe larghe
e seni grandi come rimpianti.

Non raccontatemi ragioni,
che tentare e meglio che fallire.
Voglio guardarvi esplodere, invece,
e sorridere,
drogati di perchè e di shopping
e birra da discount sul punto di scadere.

E dicevano che la poesia ci avrebbe salvati,
ma non è vero
e siamo ancora qui ad attendere
che qualcuno ne scriva una.