Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2013

[Top 5] Classificando: i film più deprimenti by Silly

Immagine
Allora, per questo venerdì, come è capitato per molti venerdì, vi riservo una classifica cinematografica. Questa volta però la classifica non è mia ma di Silly, che avete imparato a conoscere attraverso alcune recensioni che ho ospitato su Combinazione Casuale. ecco quindi una classifica dei cinque film più deprimenti (con i link alle rispettive recensioni). Quindi godetevi questa Top 5.

L’effetto di una pellicola sulle nostre emozioni è chiaramente un segno imprescindibile della sua qualità. E il dramma è una categoria gettonatissima. I perché si scelga di guardare un film tristissimo possono essere molteplici. Possono essere spunti di riflessione sulle nostre esistenze, fungendo così da esperienza potenzialmente positiva, oppure li sfruttiamo perché siamo autolesionisti e ci vogliamo flagellare, oppure entrambe le cose. A volte la depressione diventa catarsi e ci fa sentire meglio e permette di osservare le nostre vite con più ottimismo. Insomma, come sempre facciamo quel cazzo che…

[Recensione] The Day of the Doctor: speciale cinquantesimo anniversario del Doctor Who.

Immagine
E finalmente sono qui a parlarvi dell'Evento che ha smosso i cuori e le menti di tutti gli appassionati. Il momento che io e tanti altri abbiamo aspettato per così tanto, forse per troppo. Il momento. Il settecentonovantanovesimo episodio della serie più longeva della storia della tivù. L'unico modo per festeggiare 50 anni di storia. L'unica possibilità per rivitalizzare qualcosa che, come il suo protagonista, è sempre stato in grado di rigenerarsi e di rinnovarsi, cambiando aspetto ma non anima. Perché si sa, l'hardware è sempre nuovo ma il software è rimasto lo stesso. 
ATTENZIONE, IL POST PUO' CONTENERE SPOILER
Ho aspettato un po' prima di scrivere questa "recensione" sullo speciale del cinquantesimo anniversario di Doctor Who. Forse perché questo The Day of the Doctor è stato più che uno speciale. Uno speciale non è mai stato tanto importante per una continuity seriale. Uno speciale non ha mai influito così radicalmente su su una serie regolare. S…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (28/11/2013)

Immagine
Ed eccoci alle uscite della settimana, come ogni maledetto Mercoledì. Le uscite sono quelle di Giovedì 28 Novembre 2013. L'anno sta per finire e non c'è veramente molto di interessante. Anzi, quasi niente. E visto che dovrò andare al cinema, la prossima settimana, cercavo qualcosa che potesse almeno essere interessante. Forse il primo film di Joseph Gordon-Levitt? Un appello a voi, lettori: qual è secondo voi il film che merita di essere visto? Ma bando alla ciance, ecco le uscite cinematografiche di questa settimana qui, su Casualmente al Cinema:
La moglie del poliziotto(uscita: 28/11/2013)
GENERE: Drammatico REGIA: Philip Gröning CAST: Alexandra Finder, David Zimmerschied, Pia Kleemann, Chiara Kleemann, Horst Rehberg, Lars Rudolph
Dramma tedesco a carattere familiare, storia di un poliziotto e di sua moglie e delle difficoltà di educare un figlio. 
Pompei(uscita: 28/11/2013)
GENERE: Documentario REGIA: Neil MacGregor
Primo documentario prodotto dal British Museum, dedicato a …

[Recensione] Cani Sciolti (di Baltasar Kormákur, 2013)

Immagine
Andare a vedere Cani Sciolti è come fare un salto in un'epoca passata che, al giorno d'oggi, ha veramente poco da dire. Andare a vedere Cani Sciolti vuol dire cercare una cosa sola in un certo tipo di cinema che ora non c'è più e che se c'è, è solo la (brutta) copia della (brutta) copia della (brutta) copia. A vedere Cani sciolti ci saranno andati solo quel certo tipo di persone che "sono molto anni '80, dov'è finito il cinema anni '80, voglio tornare negli anni '80". Io gli hanni '80 li ho vissuti ai margini, considarato che ci sono nato (all'inizio di quegli anni), ma vivere qualcosa ai margini ti permette di guardare quella stessa tal cosa da un punto di vista diverso, non dico migliore ma sicuramente meno "inquinato". Quindi Cani Sciolti l'ho visto aspettandomi e non aspettandomi niente di più di quel che sembrava promettere fin dal trailer, fin dal titolo. E per questo non ne sono rimasto né deluso né esaltato. Perc…

[Recensione] Jobs (di Joshua Michael Stern, 2013)

Immagine
Quando si entra nel campo del biopic, il campo è sempre minato. Non è facile scrivere e dirigere un film su un personaggio conosciuto dalla massa... non è facile penetrare il personaggio, non è facile rappresentare l'uomo e allo stesso tempo inserirlo nelle dinamiche sociali/culturali in cui vive o ha vissuto. Anche per questo, ovviamente, ci sono biopic più o meno riusciti. Molto dipende dal regista, ancor di più dallo sceneggiatore. Prendiamo un film come The Social Network e sbaviamo. Ecco, quello è un esempio di grande biopic che non si sofferma solo sul personaggio ma va oltre e che fonde al lato biografico una struttura (ed estetica) molto vicina al thriller. E quando sono andato a vedere Jobs, il recentissimo film su uno dei più grandi geni contemporanei, il paragone è sorto spontaneo e impietoso.
Jobs è un film di Joshua Michael Stern, scritto da Matt Whiteley. Non chiedetemi chi siano, non lo so e non lo voglio sapere. Non ripercorre tutta la vita di Steve Jobs ma solo …

Una Top 5: la TV e i telefilm che hanno segnato (o stanno segnando) la mia vita

Immagine
Si sa che è raro, per me, parlare di serie tivù qui su Combinazione Casuale. Si sa che non sono un grande amante delle serie tv, e quando parlo di qualcuna di loro lo faccio perché mi piace. Però il problema è che ne vedo e ne ho viste tante, quindi un'idea su quelle che sono belle e quelle che sono brutte me la sono fatta. Ma non è di questo che voglio parlare oggi. Quello di cui voglio parlare sono le mie serie preferite. Ecco, ne ho cinque. Non si tratta nemmeno di un mistero, sono facili da intuire. Quindi qualcuno si chiederà: qual è il senso di una classifica del genere? Nessuno, semplicemente mi diverte farla.  Ora, a scanso di equivoci, questa Top 5 non è delle serie televisive che ritengo migliori, ma di quelle che con tutti i loro difetti sono quelle che amo di più. Ce ne sono di non ancora concluse, e per quanto riguarda queste ovviamente potrò limitarmi solo a quanto visto fino a questo momento. 

[Recensione] Super 8 (di J.J. Abrams, 2011)

Immagine
Scrivere la recensione di Super 8 è un piacere che viene dallo stomaco. Io, entrando nel personale, sono una persona che ragiona spesso con lo stomaco. Anzi, a dirla tutta credo che l'intellettuale debba ragionare di stomaco prima che col cervello. Non che io mi ritenga un intellettuale, sono solo considerazioni. Ma, stavo dicendo, Super 8 è un piacere per chi come me ha amato un certo tipo di cinema, è nato in una certa epoca, ha guardato un certo tipo di film. Forse per tutti gli altri, chi è venuto dopo, chi è venuto prima, chi c'era ma non gli interessava, Super 8 sarà stata una cavolata stucchevole e a tratti irritanti e non credo ci sia nulla da recriminare su questo. In fondo J.J. Abrams, in questi anni, è diventato quello che è stato Steven Spielberg tra gli anni '80 e i '90, e le critiche che si possono rivolgere a lui sono le stesse che si potevano e sono state rivolte al suo indiscusso maestro. O forse è proprio Spielberg a dettare ancora le regole, perché …

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (21/11/2013)

Immagine
Ok, settimana di uscite direi completamente evitabile, per me. Perché davvero, tanti film (ben tre film italiani) ma nulla da ricordare. Forse Thor, ma solo per i fan(atici) dei cinecomics. Comunque, come ogni maledetto Mercoledì, non si rinuncia alla rubrica più attesa dal pubblico cinefilo, quella che vi dice quali sono i film in uscita questa settimana (in particolare questo 21 Novembre 2013). Quindi per cui Casualmente al Cinema vi mostra la pochezza della distribuzione italiana in tutto il suo splendore. Ma bando alle ciance, direi che prima partiamo, prima arriviamo 
Enzo Avitabile Music Life(uscita: 21/11/2013)
GENERE: Documentario REGIA: Jonathan Demme CAST: Enzo Avitabile, Eliades Ochoa, Luigi Lai
Questo è il famoso documentario del premio Oscar Demme sul musicista Avitabile, dalla fama internazionale. Un film che da Demme uno non si aspetterebbe, e invece...
Thor: The Dark World(uscita: 21/11/2013)
GENERE: Azione, Fantasy, Avventura REGIA: Alan Taylor CAST: Chris Hemsworth, T…

The Words (di Brian Klugman/Lee Sternthal, 2012)

Immagine
Ci sono film che non importa se siano belli o brutti, girati bene o girati male, troppo lunghi, troppo corti, con troppa carne al fuoco o troppe poche cose da dire. Ci sono film che ti arrivano addosso come un macigno e ti schiacciano, qualunque tipo di film essi siano. E quando vieni schiacciato c'è poco da fare: confronto a quel dolore tutto il resto passa in secondo piano. E' questa la sensazione che ho provato guardando The Words: quella di essere schiacciato. Non con violenza, ma come se mi trovassi all'interno di una pressa. Quindi non ci sarà niente di oggettivo in questa recensione, non aspettatevi un post affidabile. Sempre ammesso che sia mai riuscito ad essere affidabile. Film del 2012, della coppia di registi Brian Klugman/Lee Sternthal, qui anche nelle vesti di sceneggiatori. Una pellicola che non è piaciuta a nessuno, girata in una Montréal tra Parigi e New York, con una struttura ad incastro che a molti ha ricordato quella di un thriller ma che, in realtà, …

Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore (di Wes Anderson, 2012)

Immagine
Torna Silly e questa volta ci parla del film dell'anno scorso del grande Wes Anderson, una commedia come non ve l'aspettereste. L'Angolo di Silly è sempre l'occasione per guardare il cinema da un'angolazione differente rispetto la mia, quindi leggetela, apprezzatela, odiatela se la pensate diversamente. 
MOONRISE KINGDOM - UNA FUGA D’AMORE
"Vorrei essere un'orfana anche io. Secondo me gli orfani hanno vite speciali." "Ti amo. Ma non hai idea di quello che stai dicendo"
E’ il 1965, siamo in una specie di isola che non c’è, però nel New England. Due dodicenni, Sam e Susy, si incontrano, si innamorano e decidono di fuggire dalle loro insoddisfacenti vite percorrendo l’antico sentiero di una tribù indiana, i Cich-chaw. Sam vive con una famiglia affidataria a cui non mancherà. Susy si lascia alle spalla una famiglia caotica e indifferente. Entrambi fuggiranno col desiderio di vivere il loro amore in libertà, di vivere loro stessi rischiando senza …

Carnage (di Roman Polanki, 2011)

Immagine
Visto che oggi è giornata di uscite cinematografiche nei cinema italiani e proprio questa settimana esce l'ultima fatica di Roman Polanski, mi è venuta l'idea di scrivere la recensione di Carnage, il film di Polanski del 2011 presentato in concorso alla 68ª Mostra internazionale d'artecinematografica di Venezia e tratto dall'opera teatrale Il dio del massacro di Yasmina Reza, qui nelle vesti di co-sceneggiatrice. Carnage è un film che della piece teatrale ha tutto, compresa l'unità di tempo e di spazio, classico nell'impostazione e che prova a fare a pezzi una classe borghese per una volta vista dal di dentro. E per dentro intendo proprio "dentro": il salotto borghese, il centro del vivere familiare. 
In una lite al parco, un ragazzino di 11 anni colpisce un coetaneo al volto con un bastone. I genitori, due coppie di Brooklyn, decidono di incontrarsi per discutere del fatto e risolvere la cosa da persone civili. Ed è in quell'appartamento che si s…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (14/11/2013)

Immagine
Ed eccoci ancora ad un maledetto Mercoledì, che su Combinazione Casuale vuole dire uscite cinematografiche a gogo e Casualmente al Cinema, l'unica rubrica che se ne frega di riassumere le trame dei film, così che voi possiate andare al cinema senza rovinarvi qualsiasi sorpresa. Comunque settimana fiacca quella a venire, con quattro film in croce di cui solo due stimolano il mio interesse: quello su Steve Jobs e l'ultimo di Polanski. Sicuramente snobberò le solite uscite italiane tra cui quella dell'onnipresente Veronesi. Ma qui si tratta di gusti. Comunque, andiamo a vedere una per una le uscite di Giovedì 14 Novembre 2013.
Il paradiso degli orchi(uscita: 07/11/2013)

GENERE: Commedia, Drammatico, Thriller
REGIA: Nicolas Bary
CAST: Raphael Personnaz, Bérénice Bejo, Emir Kusturica, Guillaume De Tonquédec, Mélanie Bernier, Thierry Neuvic
Film francese tratto dal primo libro della fortunata saga di Monsieur Malaussène di Daniel Pennac. Se non fosse che non amo il cinema francese…

American Horror Story Coven 04 & 05 - Fearful Pranks Ensue e Burn, Witch. Burn!

Immagine
Ed eccoci qui, di nuovo, per parlare delle due ultime puntate di American Horror Story: Coven, terza stagione della fortunata e irriverente serie tivù dell'orrore. Gli episodi 4 e 5, rispettivamente Fearful Pranks Ensue e Burn, Witch. Burn!, sono episodi ambientati e dedicati ad Halloween, uno conseguenziale all'altro, talmente movimentati da sconvolgere e presupporre nuovi sviluppi. Infatti succedono più cose in questi 90 minuti che in tante serie televisive. Come sempre la carne al fuoco è tanta, il confine tra horror e goliardata sottile quanto un filo e il citazionismo estremo. AHS si conferma, tra l'altro, una serie al femminile in cui sono le donne ad avere ruoli cardine. Ancora di più in Coven, dove gli uomini sono relegati ai margini, pupazzi i cui fili vengono tirati da vere e proprie streghe. Ma andiamo con ordine:

Nel Paese delle Creature Selvagge (di Spike Jonze, 2009)

Immagine
Non mi capita spesso di parlare di film per bambini. La definizione stessa non mi convince completamente, a dire il vero: film per bambini, che esclude automaticamente i grandi e dovrebbe farlo solo per questioni di età anagrafica. Poi uno guarda Nel Paese delle Creature Selvagge, film del 2009 diretto da Spike Jonze, e si trova incapace di collocarlo perché, effettivamente, questo film è tanto una favola per bambini quanto la rappresentazione di un'inquietudine violenta che meglio può essere compresa dagli adulti. Insomma, una pellicola di formazione tratta dal romanzo illustrato per ragazzi scritto da Maurice Sendak che si colloca perfettamente al centro.
Max è un bambino senza padre che vive con problematicità l'allontanamento da sua madre e sua sorella, entrambe impegnate a costruirsi la vita. In seguito a un litigio, Max fugge nel mondo della sua fantasia, popolato da esseri giganteschi e mostruosi con i quali si confronterà per cercare di trovare una soluzione ai suoi pr…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (07/11/2013)

Immagine
Ed eccomi qua, dopo un giorno di pausa, per parlarvi delle uscite settimanali nelle sale. Oggi è Giovedì 7 Novembre 2013 e devo dire che aspettavo questa settimana di uscite già da un po', non fosse altro per la presenza di Machete Kills nella programmazione. Ma non si tratta dell'unico film interessante questo, alternato a vaccate che potrebbero quasi rivelarsi epocali. Ma andiamo con ordine a vederle una per una in questo nuovo appuntamento con Casualmente al Cinema
Giovane e bella(uscita: 07/11/2013)
GENERE: Drammatico REGIA: François Ozon CAST: Marine Vacth, Charlotte Rampling, Frédéric Pierrot, Géraldine Pailhas, Nathalie Richard, Johan Leysen
Ozon non è di certo uno dei miei registi preferiti ma devo dire che non è l'ultimo arrivato. La sua ultima fatica racconta la vita di una prostituta diciasettenne, non sembrerebbe il massimo dell'originalità ma chissà...
La gabbia dorata - La jaula de oro(uscita: 07/11/2013)
GENERE: Drammatico REGIA: Diego Quemada-Diez CAST…

Bittersweet Life (di Kim Ji-Woon, 2005)

Immagine
Kim Ji-Woon è un regista coreano che è riuscito a diventare di culto persino in Europa. Certo, il suo nome è più noto per la sua ultima (e prima) fatica oltreoceano, quella assieme al mitico Arnold Schwarzenegger nel film The Last Stand, ma i cinefili lo conoscevano già da qualche anno per film come Two Sisters, Il buono, il matto, il cattivo e I Saw The Devil. Oppure per Bittersweet Life.
Ed è di quest'ultimo film che voglio parlare, oggi.
Vi devo dire la verità: non avevo la minima idea di come scrivere questa recensione di Bittersweet Life. Perché questo film del 2005 del regista di Seul non si lascia certo ricordare per originalità, né come pietra miliare del genere. Che poi bisognerebbe capire di quale genere si tratta visto che Kim Ji-Woon, come suo solito, gioca con il cinema citando, mischiando le carte in tavola e dando al tutto un'impronta stilistica estremamente personale.
Un capobanda sospetta che la sua fidanzata Hee Su lo tradisca con un altro uomo. Chiede quindi …

Smiley (di Michael J. Gallagher, 2012)

Immagine
Ed ecco che dopo la visione di Smiley, una domanda sorge spontanea: perché simili schifezze arrivano nei nostri cinema mentre film ben più interessanti da noi non giungono neanche in home video? La risposta ormai è scontata e la conosciamo tutti: perché il grande pubblico vuole film del genere. Non sto dicendo che al grande pubblico piacciano film del genere, attenzione, più semplicemente credo che questo tipo di slasher attiri il pubblico in massa, soprattutto se lo si fa uscire proprio la settimana di halloween. E devo dire che è un peccato, perché questa "opera" d'esordio di Michael J. Gallagher non è degna di essere proiettato nelle sale, non è neanche degna dell'home video, uno slasher brutto come pochi che qui da noi arriva con un anno di ritardo (è uscito negli States l'Ottobre del 2012) dopo critiche pesantissime in patria. Quindi ecco la recensione di Smiley. anche se non c'è proprio niente da sorridere.
Ashley è una studentessa di college molto frag…

Trick 'r Treat - La vendetta di Halloween (di Michael Dougherty, 2007)

Immagine
Proprio ieri, parlando delle migliori maschere del cinema horror, ho nominato quella di Peeping Tommy, l'omino di pezza che fa da collante a tutti gli episodi di un horror piuttosto giovane: Trick 'r Treat - La vendetta di Halloween. Halloween è stato ieri, oggi è Ognisanti ma la settimana horror continua, questa volta con una recensione della solita Silly, che parla di questo gioiellino. E magari chi non l'ha ancora fatto deciderà di recuperarlo.
TRICK’R TREAT-LA VENDETTA DI HALLOWEEN

E’ periodo di lanterne, zucche, castagne, törggelen altoatesini e di onorare i morti. Non starò qui a fare un pippone sul legame che unisce storicamente la festa di Ognissanti made in Italy (i primi di novembre tutti in cimitero) e quella più carnevalesca di Halloween made in Usa. Ogni anno subisco il peso di (dis)umani che millantano la meraviglia delle nostre tradizioni a discapito delle misere contaminazioni di altre culture. Festeggiare Halloween è ridicolo dalle nostre parti, mi dico…