Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2013

Il meglio del cinema 2013... secondo me (dalla 5a alla 1a posizione)

Immagine
Ed eccoci arrivati al 31 Dicembre, la vigilia di Capodanno. Mancano una manciata di ore è questo 2013 sarà storia. E noi, qui, facciamo un riassunto personalissimo di questa storia, continuando e concludendo il discorso che avevamo cominciato un paio di giorni fa. Perché mancano cinque posizioni per completare la mia personalissima Top 10 dei migliori film di questa annata cinematografica. Ora, non credo ci sia qualcosa di particolarmente disprezzabile, nei cinque film che ho preferito. Ovviamente ci saranno alcune mancanze, vuoi perché non ho visto tutti i film che avrei voluto (o dovuto), vuoi perché altri non mi hanno colpito abbastanza pur avendoli trovati belli e interessanti. Si tratti di gusti, è ovvio. Comunque, solo un attimo prima di iniziare, giusto il tempo per fare il mio augurio a tutti: è capodanno, bevete, divertitevi e aspettate Giovedì, perché ci rileggiamo di nuovo su queste pagine.
                                      IL MEGLIO DEL 2013 (dalla 5a alla 1a posizione…

[Top 7] Il peggio del cinema 2013... secondo me!

Immagine
Momento di resoconti negativi per questo 2013 sull'orlo della fine. Avrei dovuto dividere la classifica in due, ma non ho avuto il coraggio di torturarvi con il mio peggio di quest'anno cinematografico più a lungo del necessario. Prima di iniziare con questa Top, però, volevo precisarne i termini. Perché il peggio non è fatto solo di brutti film ma anche di grandi delusioni. Perché molto spesso si tratta proprio di questo: di film che non sono nemmeno così brutti, ma semplicemente si sono rivelati peggio di quello che pensavo oppure son o iniziati bene e finiti malissimo. Ora, visto che la Top 10 l'hanno fatta tutti e, altri ancora, hanno fatto la Top 5, io mi metto nel mezzo e stilo la mia solita Top 7, nonostante la cosa mi costringerà a lasciar fuori titoli obbrobri, tipo gli ultimi Hunger Games o L'Uomo D'acciaio. Ma che classifica sarebbe se poi non facessi una scelta? Quindi partiamo con questa Top 7 del peggio del 2013... secondo me!
                        …

Il meglio del cinema 2013... secondo me (dalla 10a alla 6a posizione)

Immagine
Ok, va bene, avevo detto che il blog sarebbe stato in pausa fino a lunedì. Ho mentito. Non perché mi piaccia prendere la gente per il culo (un po' sì) ma perché i miei progetti per i primi due giorni della settimana che preannuncia l'arrivo del 2014 sono un po' cambiati. O meglio, si sono allargati. L'idea era quella di scrivere le classiche top dell'anno. Due Top 5: una dei film migliori, una dei film peggiori. Solo che sono così tanti i film da metterci, che forse delle Top 5 sono troppo poco. Ci vogliono delle Top 10. Per non annoioarvi, ho deciso di dividerle. Quindi vi beccherete, oggi, la prima parte del meglio, domani quella del peggio di questo 2013. E poi, Lunedì e Martedì, le prime cinque posizioni di entrambe. Un anno partito a razzo e finito a c***o, come si suol dire (almeno dalle mie parti). Ed eccomi, allora, con le prime cinque posizioni del meglio, dalla decima alla sesta. E speriamo che il prossimo sia un anno migliore, magari più omogeneo. Ah, l…

Buone Feste... ed un racconto!

Immagine
Avete passato tutti quanti un buon Natale? Siete stati tutti quanti con i vostri parenti, con la gente che amate, con quella a cui volete bene? Il Natale, dicono dovrebbe essere questo. Come non ci fosse, tutto il resto dell'anno, la possibilità di poter fare una cosa del genere. Come se quel dato giorno, in quel dato del mese, le cose dovrebbero essere tutte al loro posto. Le cose non sono mai al loro posto, però. Le cose non hanno mai un loro preciso posto. Ci sforziamo di poterne trovare uno solo per un fatto di comodo. Come ho passato io il Natale? Come tutti gli altri anni. Forse un po' meglio, forse un po' peggio. Anche quando pensi che le cose possano cambiare, in realtà rimangono le stesse. E' il desiderio a rigenerarsi costantemente, la speranza, forse. Lo sforzo che tutto possa essere migliore, che tutto possa essere in una data maniera. 
Combinazione Casuale vi augura che tutto possa essere intriso di passione, perché è la passione quella che conta. Sempre.…

[Classificando] Top 5: i miei film di Natale

Immagine
Alla ricerca di un modo per augurare Buon Natale a tutti i lettori di Combinazione Casuale, amici e parenti, ho pensato di stilare una breve e nostalgica classifica dei miei film di Natale. Sono quei film che, in questo periodo dell'anno, mi accompagnano in un modo o nell'altro. Fin da piccolo, o dall'adolescenza. Insomma, non i capolavori natalizi, nemmeno tutti bei film a voler essere sinceri. Potrebbe anche essere che la festività che stiamo festeggiando non centri nulla, se non nella mia testa. Semplicemente è una classifica che scava nei ricordi e nel cuore. Perché chi ama il cinema, lo associa a determinati momenti della propria esistenza, quasi si trattasse di un diario personale. Ecco quindi, per voi, la mia personalissima Top 5 di Natale:


5) Hook - Capitano Uncino (di Steven Spielberg)

Sì, non è un film di Natale. Ma io lo rivedo ogni anno proprio in questo periodo. Quindi questo, per me, è un film di Natale. E allora i miei ricordi di bambino si risvegliano ed è…

[Recensione] Don Jon (di Joseph Gordon-Levitt, 2013)

Immagine
Quest'oggi Silly ci parla di un film che non ho avuto la possibilità di guardare, visto che nella mia città è stato proiettato in un paio di sale per me difficili da raggiungere. Peccato, perché sembra niente male (a detta di Silly e di altri blogger amici). Lo recupererò in dvd, intanto godiamoci l'Angolo di Silly e la recensione del primo lungometraggio da regista di Joseph Gordon-Levitt: Don Jon (2013)
DON JON
Capita talvolta di snobbare completamente un film e ricredersi subito dopo la visione, gioendo del fatto che nella vita ricredersi in positivo è sempre bello. Di fatto l’esordio alla regia del bravissimo Joseph Gordon-Levitt (attore apprezzato dal signor Nolan, ma che io ricordo con tanto amore in due film speciali: Mysterious Skin e 50/50) è da ritenersi più che riuscito. La storia è quella di Jon Martello, giovane italo-americano con la mania del porno. Un giorno conosce Barbara, ragazza bellissima che lo porterà a vivere una relazione classica al limite della noia,…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (19/12/2013)

Immagine
E visto che ieri era il compleanno di Steven Spielberg e qui su Combinazione Casuale (come su altri blog di altri amici blogger) si è festeggiato con incredibili effetti speciali, slitta ad oggi il consueto appuntamento con Casualmente al Cinema, la rubrica che a me annoia scrivere e a voi annoia leggere, ma ormai mi sono affezionato. Comunque, per quel che mi riguarda nulla di che questa settimana, forse ci sarà qualcosa che voi troverete interessante e in quel caso ditemelo e consigliatemi qualcosa da vedere. Per ora, ecco le uscite cinematografiche di oggi, Giovedì 19 Dicembre 2013.
Colpi di fortuna(uscita: 19/12/2013)
GENERE: Commedia REGIA: Neri Parenti CAST: Christian De Sica, Francesco Mandelli, Lillo, Greg, Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu
Ma che bello, il nuovo cinepanettone di Neri Parenti con Christian De Sica. Quello di cui il cinema italiota ha davvero bisogno (e non è nemmeno tutta ironia). 
Frozen - Il regno di ghiaccio(uscita: 19/12/2013)
GENERE: Animazione, Commedia, Av…

Steven Spielberg Day - La Guerra dei Mondi (di S. Spielberg, 2005)

Immagine
E dopo una pausa di qualche giorno causa internet che non ne voleva sapere proprio, eccomi tornato tra voi per festeggiare un signore giunto alla veneranda età di sessantasette anni. Uno dei registi più amati/odiati della nuova Hollywood, il Re Mida del cinema americano, insomma: Steven Spielberg. Io stesso non sono ancora in grado di dire se Spielby sia un regista che mi piace o meno: alcune sue pellicole le adoro, altre mi piacciono, molte le trovo inguardabilmente zuccherose. Però un personaggio del genere va festeggiato a priori, ad ogni costo, quindi per farlo eccovi la mia recensione di uno dei suoi film più criticati: La Guerra dei Mondi. Perché ho scelto questo? Proprio perchè non l'ho mai trovato lo schifo che per molti è ma, anzi, l'ho sempre considerato uno dei suoi lavori più riusciti anche se ben distante dai veri capolavori. Quindi festeggiate insieme a me questo grande (nel bene e nel male) del cinema mondiale e festeggiatelo assieme ad altri colleghi blogger d…

[Recensione Disco] The Yellow - LOL-a-bye (2013)

Immagine
The Yellow - LOL-a-bye, 2013 (Otium Record)
Ed ecco che dopo un bel po' di tempo, si torna a parlare di musica su queste pagine. Di un disco, per l'esattezza. 'ché di dischi buoni ne abbiamo davvero bisogno in questo periodo storico fatto di reallity e talent show. Ed ecco che una domanda (mi) sorge spontanea: a cosa servono (ancora) i dischi? Un tempo a raccontare una generazione, un paese, un momento storico. La vita, quella cosa in cui siamo talmente immersi da dimenticare che sapore ha. La vita, in un disco, scorre traccia dopo traccia. Oggi quasi non ce ne rendiamo conto, non riflettiamo più sulla musica, molto spesso la sfruttiamo semplicemente, accompagnamento quotidiano di ogni nostro spostamento o emozione. Ma per quello possono andare bene anche dischi usa e getta, anche le semplici canzoni decontestualizzate dall'insieme in cui nascono e vanno inserite. Un po' da qua, un po' da là, dritte nel lettore mp3. 
Quando poi ti capita tra le mani (e nelle or…

[Recensione] Dietro i Candelabri (di Steven Soderbergh, 2013)

Immagine
Mi fa tanto ridere il fatto che, qui in Italia, si proiettino film americani destinati alla televisione. No, davvero, è una cosa talmente assurda che uno stenta a crederci: qui da noi arrivano, nei cinema, film che in altre nazioni vengono trasmessi in televisione. E non perché nelle altre nazioni siano snob, ma proprio perché certi film nascono e muoiono per la tivù, è quella la loro natura, quella la loro destinazione. Ora, immagino già la faccia dei distributori italiani di fronte a un film come Dietro i Candelabri. Li immagino già dare uno sguardo al cast e al regista, leggere che la pellicola è stata in concorso alla 66ª edizione del Festival di Cannes e pensare: questo film deve arrivare nei nostri cinema. Fa nulla che quest'opera scritta da Richard LaGravenese, tratta dal romanzo biografico di Scott Thornson sul musicista Władziu Valentino Liberac (in arte Liberace) e diretto da Steven Soderbergh, sia nato come film per la televisione. In fondo si tratta pur sempre della H…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (12/12/2013)

Immagine
C'è veramente poco in uscita questa settimana, nei cinema. Non c'è assolutamente niente, forse, tranne qualche film natalizio, il secondo capitolo di Lo Hobbit e il nuovo film di Pieraccioni (che dio ci scampi). Quindi puntata povera povera di Casualmente al Cinema, che come ogni maledetto Mercoledì vi fa vedere cosa dovrebbe uscire nei cinema settimana dopo settimana. E queste sono le uscite di Giovedì 12 Dicembre 2013.  
Il segreto di Babbo Natale(uscita: 05/12/2013)
GENERE: Animazione, Comico, Family REGIA: Leon Joosen, Aaron Seelman CAST: Tim Conway, Martin Freeman, Pam Ferris, Joan Collins, Ashley Tisdale
Ed ecco il film di animazione di questo Natale. La storia di Babbo Natale e della grande azienda che ha saputo creare (quella si che non va mai in crisi). Ma anche la classica storia del Natale in pericolo. Un film per bambini e famiglie. 
Lo Hobbit - La desolazione di Smaug(uscita: 05/12/2013)
GENERE: Fantasy, Avventura REGIA: Peter Jackson CAST: Martin Freeman, Benedict…

[Recensione] The Pact (di Nicholas McCarthy, 2012)

Immagine
Ci sono bei film che arrivano dal nulla. Nel senso che non sono preannunciati dall'altisonante nome di un regista o da quello dell'attore/star di turno. No. Ci sono film che si lasciano notare semplicemente per l'efficacia con cui si approciano ad un genere. Ora, non mi dilungherò sullo stato dell'horror contemporaneo. Sapete già come la penso a riguardo. Sapete già quanto abbiano preso piede due modi di fare cinema (mokumentary e remake) e quanto, attualmente, vadano di moda fantasmi e case stregate, demoni, esorcismi e possessioni. Tanto che uno ormai, quando sente parlare di questi argomenti, si chiede: "che me lo guardo a fare?". Poi arriva uno che si chiama Nicholas McCarthy, che nessuno conosce, che in vita sua ha diretto solo dei cortometraggi, e con il suo film d'esordio si fa notare nell'edizione 2011 del Sundance Film Festival. Film che poi esce nei cinema americani il 2012 e che qui in Italia è ancora inedito. Eppure questo The Pact ha fat…

[Cortometraggio] How to Make a David Lynch Film

Immagine
Oggi voglio stupirvi con un video che io ho trovato divertentissimo e, a modo suo, assolutamente veritiero. Sapete tutti quanto ami David Lynch, sapete tutti che si tratta non solo del mio regista preferito ma, soprattutto, del mio artista preferito. Questo video è un omaggio ma, allo stesso tempo, una presa per il culo e questa caratteristica lo rende godibile tanto per chi odia questo regista quanto per chi lo ama. Ovviamente è tutto in inglese, senza sottotitoli, ma assolutamente comprensibile anche da chi non è particolarmente anglofono. 

[JappoAnime] Elfen Lied

Immagine
Quest'oggi Silly ci parla di una serie anime. Una serie che chi ha letto qualche classifica sull'argomento qui, su Combinazione Casuale, avrà già sentito nominare: Sto parlando di Elfen Lied, versione anime diretta da Mamoru Kanbe e tratta dal manga omonimo di Lynn Okamoto. Si tratta di una serie seinen (quindi diretta ad un pubblico adulto) di 13 episodi mandati in onda per la prima volta in Giappone nel 2004. Per me una serie stupenda, per altri molto meno ma chissenefrega. leggete la recensione di Silly, guardatela e poi decidete voi.
ELFEN LIED
Era molto tempo che non mi capitava tra le mani una serie anime da vedere tutta d’un fiato. Elfen Lied mi attendeva nel pc da parecchio, un giorno lo intravedo tra le varie cosette e mi decido. Lo guardo. E lo amo.
Questa storia, ambientata nella città di Kamakura, racconta la reclusione di mutanti chiamati Diclonius, esseri apparentemente umani con al capo delle particolari corna (a me sono sembrate delle orecchie da gatto). La lor…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (05/12/2013)

Immagine
Ok, Casualmente al Cinema questa settimana arriva con un giorno di ritardo perché ha lasciato spazio, ieri, allo speciale sul cinema action (iniziativa di tanti blog di cinema che si esaurisce oggi). Quindi è saltato il maledetto mercoledì ma oggi è un maledetto giovedì, oggi escono i film al cinema e qui potete beccarvi le uscite settimanali da Giovedì 05/12/2013. Cosa abbiamo di interessante? Tre film italiani che non sembrano film italiani, ad esempio. E poi c'è il remake di Old Boy, roba da scappare via urlando (e non si tratta di una critica a priori, si tratta di remake di capolavori, ovvero film a priori inferiori all'originale). Comunque, queste sono le uscite della settimana: beccatevele
Battle of the Year: la vittoria è in ballo(uscita: 05/12/2013)
GENERE: Drammatico, Musicale REGIA: Benson Lee CAST: Josh Holloway, Josh Peck, Chris Brown
Un film su una squadra di ballerini di break-dance che, contro tutto e contro tutti, affronta il campionato mondiale (il Battle o…

Meniamo le mani - L'Ultimo Boyscout (di Tony Scott, 1991)

Immagine
Quando i blogger si uniscono fanno macello... un po' come quando gli eroi del cinema della nostra infanzia (o adolescenza) iniziavano a spaccare tutto negli action movie tamarri che alcuni di noi ama(va)no con tutto il cuore. Ecco, amore: è proprio per questo che alcuni blogger si sono uniti in una nuova serie di speciali (ricordate i compleanni che festeggiamo insieme tutti i mesi?) che tratteranno il cinema per generi e macro-categorie. Si parte con uno speciale dedicato a quegli eroi di cui sopra. Il nome dello speciale? Meniamo le mani: omaggio all'eroe action. E, nella scelta del film (e del personaggio) da omaggiare, come potevo non pensare ad una pellicolare del compianto Tony Scott con il re dell'action Bruce Willis? E quale film ha fatto incontrare queste due spiccate personalità del cinema tamarro? L'Ultimo Boyscout ovviamente.
Joe Hallenbeck è un detective privato, ex poliziotto alcolizzato dalla vita privata disastrosa. Insieme ad un altro perdente, Jimmy D…

[Recensione] Venere in Pelliccia (di Roman Polanski, 2013)

Immagine
Quando Polanski gira un film, non lo fa mai per puro intrattenimento. Certo, ultimamente è stato accusato di esercizio di stile e di produrre semplici esercizi tecnici, cosa non del tutto lontana dalla realtà. Ma nei suoi film c'è altro e questo continua ad elevarlo come autore. Con Carnage, ad esempio, nonostante l'altissima prova dal punto di vista tecnico, il polacco aveva messo alla berlina i vizi e le falsità della famiglia borghese. Probabilmente con il suo ultimo film la sua critica estrema contro la società contemporanea va ancora più a fondo, ancora più violenta e cinica, e per far questo Polanski si spinge nel campo del meta-teatro. Per questo Venere in Pelliccia è uno dei suoi film più estremi ma, allo stesso tempo, uno dei più intellettuali. 
Il drammaturgo Thomas ha intenzione di mettere in scena una rappresentazione ispirata a un testo di Sacher Masoch ma, dopo una lunga giornata di audizioni, non riesce a trovare l'attrice a cui affidare il ruolo della prota…