Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

Luoghi abbandonati, luoghi fantasma - Posti che esistono ma non esistono più

Immagine
In passato ho parlato di fantasmi, case infestate, presenze soprannaturali. Ma che cos'è in realtà un fantasma se non il ricordo di qualcosa che c'era e ora non c'è più? Resti di una vita passata, di cui rimangono solo le macerie. Bene, quindi un fantasma, metaforicamente parlando, può essere qualunque cosa e non necessariamente un elemento paranormale. Ad esempio ci sono i paesi e i luoghi fantasma. Di cosa si tratta? Semplicemente di posti abbandonati e lasciati a loro stessi che, nel corso degli anni, perdono vita e acquisiscono fascino. Palazzi, case, condomini, luna-park, ospedali. Ma anche cimiteri, scuole, fabbriche, villaggi, paesi, città. Effettivamente può trattarsi di qualsiasi cosa. E non importa se quei luoghi sono infestati, non si tratta di questo, non si tratta di spiriti, demoni e anime di defunti. Si tratta dell'abbandono e di un posto che muta, di cui rimane soltanto un'eco, vestigia di un tempo passato. E il bello è proprio che questa eco assum…

Guilty Pleasure - Che vergona di film

Immagine
Oggi più che un post un giochino qui, su Combinazione Casuale. Direttamente dal blog Pensieri Cannibali di Cannibal Kid, ecco una sorta di elenco di quei 10 film pecore nere della nostra esperienza di cinefili. Mi spiego meglio: si tratta di quei 10 film di cui ci vergognamo ma che ci sono o ci continuano a piacere. Quelle pellicola che, per quanto brutte, hanno un posto nel mio (nostro) cuore. Quei film che, di solito, non ammetteremmo mai in pubblico che ci piacciono o ci sono piaciuti. Una sorta di outing che probabilmente vi fare guardare me e il mio blog in maniera un po' diversa! Ma chi se ne frega, in fondo :P

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (30/01/2014)

Immagine
Nuovo appuntamento con Casualmente al Cinema, la rubrica delle uscite cinematografiche. Queste sono le uscite di Giovedì 30 Gennaio 2014, niente di che ma almeno un film da vedere e un paio di possibili sorprese. Tra l'altro ci sono generi per tutti i gusti e per tutti gli spettatori.
Belle e Sebastien (uscita: 30/01/2014)
GENERE: Family REGIA: Nicolas Vanier CAST: Félix Bossuet, Tchéky Karyo, Margaux Chatelier, Dimitri Storoge, Mehdi, Urbain Cancelier
Molti ricorderanno il cartone animato, io anche ma non con così tanto affetto. Questo è il film, ma bisogna vedere se funziona. Sapete tutti che non amo i francesi.
Dallas Buyers Club (uscita: 30/01/2014)
GENERE: Drammatico REGIA: Jean-Marc Vallée CAST: Matthew McConaughey, Jennifer Garner, Jared Leto, Steve Zahn, Dallas Roberts, Denis O'Hare, Griffin Dunne, Kevin Rankin, Jane McNeill, Lawrence Turner, Tony Bentley, James DuMont, Donna DuPlantier, Deneen Tyler
Il film della settimana, di cui chiunque sta parlando più che bene. Ma…

[Recensione] Oltre i confini del male - Insidious 2 (di James Wan, 2013)

Immagine
Ormai i cinema sono aggrediti dall'industria del remake o del sequel, e questo lo sappiamo tutti. Molto spesso i sequel e i remake si rivelano peggio dell'originale e questa è un'altra cosa che sappiamo tutti. Soprattutto i sequel è più difficile che possano eguagliare o superare il loro predecessore: si tratta spesso di film brutti o insignificanti girati solo per cavalcare l'onda. Immaginate cosa succede quando poi il sequel è il sequel di un film brutto: in questo caso ci sono due possibilità
1) Il sequel è ancora più brutto dell'originale 2) Il sequel è meglio dell'originale.
Sapendo benissimo di provocare le ire di molti estimatori, ricordo a tutti che considero il film Insidious(di James Wan) un film mediocre. Quindi la regola di cui sopra calza a pennello per il sequel del 2013, Oltre i confini del male - Insidious 2. Ci sarebbe voluto veramente poco per risolvere quei problemi che affliggono il primo capitolo del 2010, problemi per lo più di sceneggiat…

[Recensione] The Wolf of Wall Street (di Martin Scorsese, 2014)

Immagine
Quando penso a Martin Scorsese, penso ad un particolare genere di film. Il buon Martin, uno dei massimi esponenti della New Hollywood, è sempre stato in grado di rappresentare la degenerazione del sogno americano e gli orrori della sua città (New York) e della sua nazione come pochi, con violenza, ironia e grottesco. Con crudeltà e cattiveria, a volte, ma sempre con un'ombra di sorriso sullo sfondo. Perché il mondo non è un posto monocromatico. Non mi aspettavo niente di più e niente di meno dalla sua ultima fatica, quel The Wolf of Wall Street in compagnia del suo attore feticcio, Leonardo DiCaprio. E nel buio della sala cinematografica, sulla scomoda poltrona rossa in decima fila, non sono rimasto deluso. 
Il film è l'adattamento cinematografico dell'omonimo libro autobiografico di Jordan Belfort, broker truffatore e spregiudicato che tanto rumore fece dopo il famoso Lunedì Nero della Borsa, nel 1987. Il film racconta, attraverso la voce narrante del protagonista, quella…

[Recensione] Vita di Pi (di Ang Lee, 2012)

Immagine
Vita di Pi è un film difficile. Non tanto da guardare, né da comprendere, quanto di cui parlare. Vita di Pi è un film di Ang Lee, un autore difficile, quindi tutto torna. Un film che ha affascinato e annoiato, che è stato amato e odiato. Insomma, un film che non ha lasciato indifferenti. Si tratta di una pellicola del 2012, arrivata nelle nostre sale alla fine di quell'anno, che ha permesso ad Ang Lee di vincere il Premio Oscar come Miglior Regia.  Vita di Pi è un film banale. O meglio, può sembrare banale. Forse lo è: una magia banale, ma è pur sempre una magia. Una favola raccontata da un uomo che ha vissuto un'esperienza eccezionale. Qualcosa a cui credere o non credere, colma di simboli e metafore. Una storia a cui noi preferiamo credere, a cui noi vorremmo credere, con tutte le nostre forze. Perché? Perché il mondo fa schifo ed è una cosa meravigliosa. Perché l'essere umano può essere un animale crudele ma è l'unico animale dotato di fantasia. L'unico in grado…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (23/01/2014)

Immagine
Ecco la settimana di uscite che aspettavo da un po'. Non che sia piena di film che cambieranno la storia del mondo, anzi, ma la presenza di The Wolf of Wall Street rischiara una settimana che non si farà certo ricordare né per quantità di pellicole in uscita, né per qualità. Ma sì sa, quando uno Scorsese esce al cinema, è sempre un evento. Soprattutto se al suo fianco c'è il solito Di Caprio. Quindi, ecco un  nuovo appuntamento con Casualmente al Cinema che ci presenta i film in uscita il 23 Gennaio di questo nuovo 2014
A spasso con i dinosauri 3D(uscita: 23/01/2014)
GENERE: Azione, Family REGIA: Neil Nightingale
Un film in 3D, che vanno tutti di moda, con protagonisti i dinosauri. Anzi, un dinosauro solo e il percorso di vita che lo porterà dall'infanzia all'età adulta.
I, Frankenstein(uscita: 23/01/2014)
GENERE: Azione, Fantasy REGIA: Stuart Beattie CAST: Aaron Eckhart, Bill Nighy, Yvonne Strahovski
Devo proprio parlarne? Cioè, Frankenstein coinvolto nella guerra tr…

[Recensione] La Madre (di Andres Muschietti, 2013)

Immagine
L'anno scorso, tra i vari film usciti, c'è stato La Madre di Andres Muschietti. Un film che aveva sollevato aspettative incredibili a partire dal cortometraggio del 2008 da cui è stato tratto (ne parlai qui) ma che alla fine fu definita una delle delusioni del 2013. E' stato quindi in ritardo che mi sono approcciato a questo film, attendendomi un disastro che però secondo me non è arrivato.  Ora, non voglio dire che le persone a cui non è piaciuto hanno avuto torto. Perché, effettivamente, La Madre (Mama) è un film con innumerevoli difetti. Eppure io ci ho trovato spunti interessanti che me l'hanno fatto apprezzare. Prima di tutto Andres Muschietti è bravo. Nel senso più comune del termine: ha ottime intuizioni, sa muovere la MDP, non si limita alla pura tecnica. Quindi quando Del Toro (nelle vesti di produttore) vide il corto e se ne innamorò tanto da decidere di produrne un lungometraggio, ci vide giusto. 
Si tratta di una ghost-story. Si tratta di due bambine, Vict…

[Recensione] The Collingswood Story (di Mike Costanza, 2006)

Immagine
Ci sono film che davvero nessuno conosce. Scoprirli, a volte, è come scovare edizioni di libri rarissimi al mercatino dell'usato: quei volumi che nessuno ha voluto, che qualcuno ha deciso di dare via, passati magari di mano in mano, mai compresi, mai apprezzati. Per noi italiani è facile scovare film che nessuno conosce. Perché qui da noi arriva veramente poco. E' facile per noi italiani fare i fighi, in questo senso. Gli espertoni, i cinefili incalliti. Ma non fraintendetemi: la maggior parte di questi film sconosciuti fanno veramente schifo. Non è semplice, al giorno d'oggi, scovare perle nascoste sotto il fango. Se poi parliamo di cinema di genere, la cosa si fa improbabile. Capita però che, per puro caso o per un consiglio, ti trovi davanti un film come The Collingswood Story, che in Italia avremo visto in dieci. Allora lo guardi, ci rifletti sopra e senza nemmeno pensarci tanto ti chiedi: "perché Paranormal Activity sì e questo no?". E sta scrivendo uno che…

Fantasmi - Cosa sono e cosa non saranno mai

Immagine
Nota: questo post contiene alcune foto prese da internet e reputate molto significative nell'ambito. Falsi? Probabile, ma sta di fatto che le trovo realmente inquietanti.
C'è una cosa a cui sono sempre stato appassionato, credo fin da quando ero piccolo e leggevo le edizioni tascabili dei racconti de Le Fanù: sto parlando delle storie di mostri e di fantasmi derivate dal folklore di certi paesi o continenti. Storie differenti ma dai tratti comuni, storie con radici profonde, perse nel tempo e nello spazio, rimaste vive solo grazie a racconti letterari e meno letterari di scrittori famosi o meno famosi, alle leggende popolari, alle storie raccontate attorno a un fuoco da tempo immemore. Molto spesso il confine tra questo tipo di interesse e la curiosità nei confronti dell'esoterico è veramente tanto sottile. Ne ho già parlato in un precedente post: se tanta letteratura e tanto cinema ha attinto da storie del genere, un motivo deve pur esserci. Un motivo dalle ragioni stori…

[Recensione] Lo sguardo di Satana - Carrie (di Kimberly Peirce, 2014)

Immagine
Non sono uno che a priori odia i remake. Anzi, sono uno di quelli che crede che il remake di un film brutto o mediocre sia lecito se non indispensabile. Sono uno che concede un'occasione a remake di cult assoluti e che è pronto a valutarli come film a se stanti. Ho amato il The Girl with the Dragon Tattoo diretto da David Fincher, apprezzato il The Evil Dead versione 2013 e adorato il Maniac interpretato da Elijah Wood. Non parto prevenuto e se lo faccio sono pronto a ricredermi a fine visione. Ma ci sono operazioni (ormai tipiche del mercato hollywoodiano) che veramente faccio fatica a comprendere. Una di queste è la decisione di produrre il remake di Lo sguardo di Satana - Carrie
Ora, eviterò di di fare paragoni con il film del 1976 diretto da Brian De Palma. Qualunque buon film, paragonato ad un capolavoro, perde. E io non sono così crudele, perché quello diretto da Kimberly Peirce (nemmeno la prima venuta) non è nemmeno un buon film. E' un film che, fosse stato un'o…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (16/01/2014)

Immagine
Nuova giornata di uscite cinematografiche, domani. Nuovo appuntamento con Casualmente al Cinema oggi, la rubrica che vi anticipa le uscite di Giovedì 16 Gennaio 2014. Qualcosa di interessante? Sì. Qualcosa di evitabile? Certamente. Ma come ogni maledetto mercoledì qui si fa informazione cinematografica. Ecco a voi:
Angry Games - La ragazza con l'uccello di fuoco (uscita: 16/01/2014)
GENERE: Commedia, Parodia REGIA: Jason Friedberg, Aaron Seltzer CAST: Maiara Walsh, Cody Christian, Brant Daugherty, Alexandria Deberry, Lauren Bowles, Nick Gomez
Di queste parodie ne ho piene le scatole. Sinceramente non se ne sentiva il bisogno. Un applauso alla distribuzione italiana che importa certe pellicole e ne dimentica di buone o interessanti.
Anita B. (uscita: 16/01/2014)
GENERE: Drammatico REGIA: Roberto Faenza CAST: Eline Powell, Robert Sheehan, Antonio Cupo, Nico Mirallegro, Andrea Osvárt
Anita B. è l'ultimo film di Faenza, un regista interessante. Per me meno interessante è invece…

[Recensione] I Sogni Segreti di Walter Mitty (di Ben Stiller, 2013)

Immagine
Alla fin fine quando vai al cinema senza aspettarti nulla e poi ti ritrovi davanti pellicole di una certa bellezza, realizzi che davvero quella cinematografica è una macchina dei sogni. Io è per esperienze come quella che mi ha fatto provare un film come I Sogni Segreti di Walter Mitty che vado ancora in sala, pur sapendo che l'industria è costantemente sul punto di arenarsi, ternuta a galla da ingranaggi oleati dai soldi. E allora quando l'alchimia è perfetta (solo in quel caso) metti in secondo piano certe cose che proprio non vanno e ti concentri su tutto il resto. Non è mai uno sforzo, quando la pellicola funziona. Viene naturale. Ecco, io al cinema non è che mi aspettassi tantissimo da un film diretto e interpretato da Ben Stiller (su sceneggiatura di Steve Conrad). Quindi immaginate la mia sorpresa di fronte un film che ha il potere, nonostante tutte le sue ovvietà e i suoi trucchetti, di intrappolarti al suo interno. Ecco perché questa recensione avrà toni entusiastici…

[Recensione] American Hustle - L'apparenza inganna (di David O. Russell, 2013)

Immagine
Allora, mi chiedo che tipo di film si aspetti colui che vada al cinema per vedere American Hustle. Mi chiedo anzi cosa si aspetti e cosa cerchi lo spettatore che conosce la - brevissima - carriera del regista, David O. Russell. Perché davvero, non sono ancora riuscito ad inquadrarlo, io, Russell. E quindi, quando sono andato al cinema per guardare American Hustle, non mi aspettavo assolutamente niente. Forse per questo non ne sono rimasto inevitabilmente deluso, forse per questo non provo l'entusiasmo generale verso una pellicola che davvero - senza nulla togliere a chi ne è rimasto entusiasmato - non ha niente di entusiasmante. 
Ambientato tra il 1974 e il 1978, il truffatore finanziario Irving Rosenfeld e la sua socia e amante Sydney Prosser si trovano loro malgrado a lavorare a fianco dell'agente federale Richie DiMaso per incastrare una serie di politici e mafiosi, tra cui Carmine Polito, l'imprevedibile sindaco della povera città di Camden, in New Jersey. (da Wikipedi…

[Recensione] Prisoners (di Denis Villeneuve, 2013)

Immagine
Finalmente sono giunto ad una visione che è stata anche una grave mancanza in questo 2013 appena scaduto, un film che zitto zitto si è fatto apprezzare praticamente da tutti: pubblico, cinefili, spettatori occasionali, critica, blogger. Ed ecco che, con estremo ritardo, ho dato fiducia alle recensioni e al mondo intero, nonché ad un cast da far strabuzzare gli occhi di chiunque vada al cinema almeno un paio di volte l'anno e abbia un televisore in casa. E così Prisoners, di Denis Villeneuve, è passato finalmente sotto i miei occhi facendosi strada tra i miei gusti personali. Ed ecco qui l'inevitabile recensione, molto ragionata, poco ragionevole di questo film. Che (meglio dirlo subito) è bello, veramente bello. Forse uno dei migliori thriller americani e non solo dal 2007 ad oggi.
Anna Dover e Gioia Birch sono due bambine di sei anni. Il giorno del ringraziamento, mentre le famiglie Dover e Birch festeggiano insieme, le due vengono rapite. Le indagini del detective Lockee por…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (09/01/2014)

Immagine
Ed ecco che ritorna l'usuale appuntamento con le uscite cinematografiche settimanali di Casualmente al Cinema dopo le settimane di pausa delle feste natalizie. Sinceramente domani Giovedì 09/01/2014 non vedremo chissà cosa, poco e niente se non qualche possibile sorpresa, una pseudo certezza e qualche sicura schifezza. Ma si sa mai, sempre meglio essere informati e restare in attesa del capolavoro (anzi, DEI capolavori) di quest'anno. Intanto vi auguro buona lettura.
2 giorni a New York (uscita: 09/01/2014)
GENERE: Commedia REGIA: Julie Delpy CAST: Julie Delpy, Chris Rock, Albert Delpy, Alexandre Nahon, Kate Burton, Dylan Baker
Ed eccoci con una nuova commedia romantica. Alla regia Delpy, anche sceneggiatrice e attrice. La ricorderete sicuramente in Before Midnight e come regista di 2 Giorni a Parigi.
Disconnect (uscita: 09/01/2014)
GENERE: Drammatico, Thriller REGIA: Henry Alex Rubin CAST: Jason Bateman, Hope Davis, Frank Grillo, Michael Nyqvist, Paula Patton, Andrea Risebor…

[Recensione] Dark Skies - Oscure presenze (di Scott Stewart, 2013)

Immagine
E io davvero non capisco. Forse la colpa è mia che sono diventato ipercritico oppure ho la puzza sotto al naso, ma davvero faccio fatica a digerire certe pellicole tanto celebrate. E non sto parlando di cinema d'autore o del blockbusterone di turno ma di quelle piccole pellicole di genere che, sebbene vengano ormai concepite per attrarre il grande pubblico e accontentare gli spettatori con tanta voglia di intrattenimento, è agli amanti (del genere) che si rivolgono, lo zoccolo duro, gli unici che comunque al cinema ci vanno al di là di un trailer o una critica negativa sul quotidiano di turno. Quindi davvero io non capisco come molte persone che conosco e di cui stimo i gusti abbiano potuto promuovere una pellicola mediocre come Dark Skies - Oscure presenze, dell'inetto Scott Stewart.
La famiglia Barrett, in evidenti difficoltà economiche, è costretta ad assistere impotetne a strani fenomeni che prima coinvolgeranno la loro casa, poi chi ci abita. Ma si tratta di esaurimento n…

[Recensione Disco] Molla - Prendi Fiato (2013)

Immagine
Non sono solito ascoltare musica italiana contemporanea (in italiano). Non ascolto molto le radio, non mi interessano granché questi "artisti" anni 2000 figli dei reality. A volte non sopporto le logiche discografiche, né i gusti di un pubblico pronto a divinizzare cantanti della domenica come fossero i nuovi messia mediatici. Ammettiamolo: sono pochi quelli che osano da un punto di vista prettamente musicale, sono ancora meno i veri parolieri in lingua nostrana. E molto spesso il disco di un esordiente/veterano italiano non è altro che la copia della copia della copia di quanto è stato già fatto altrove. L'unico modo per sfuggire a tutto questo, a volte, è rifugiarsi  nella scena underground nazionale, dove si possono trovare le migliori boccate d'ossigeno, che per ovvie ragioni vengono respirate dai pochi che hanno la voglia di avventurarcisi. 
C'è un artista che io considero realmente un artista, non per modo di dire ma per dato di fatto, di cui vi vorrei par…

[Recensione] Ladyhawke (di Richard Donner, 1985)

Immagine
E anche Silly, che ospito spesso da queste parti, vuole farvi gli auguri per il nuovo anno appena sopraggiunto. E per farlo ha deciso di scavare nei ricordi e regalarci la recensione di un classico della cinematografia fantastica, Ladyhawke, del mitico Richard Donner. Un film che fa parte del bagaglio cinematografico, culturale ed emotivo di molti di noi. Ma basta parole, vi lascio alle parole di Silly.
Nostalgia, nostalgia canaglia (volume 1): Ladyhawke, di Richard Donner (1985)

La nostalgia è un sentimento malvagio, ti aggredisce quando meno te lo aspetti e ti teletrasporta in un passato morto e sepolto, spesso e volentieri a braccetto con quella sensazione di spleen tanto cara a Baudelaire e a Brian Eno ("By This River" mi sta facendo compagnia in questo momento). Ci sono periodi della vita in cui i ricordi diventano un fardello, perché ti impediscono, come dice una mia amica, di crescere in verticale. Di andare avanti, insomma. Ora, non per tediarvi cari lettori, ma sono…

[Recensione] La notte del giudizio (di James DeMonaco, 2013)

Immagine
Buon anno a tutti, cari lettori di Combinazione Casuale. Come avete passato la fine del 2013 e l'inizio di questo 2014? Avete mangiato? Avete bevuto? Io entrambe le cose. Ma ho anche passato le ultime ore a chiedermi come ripartire con il blog, di cosa parlare, che cosa dire. E poi sono giunto a una conclusione: parlare male di qualcosa. Certo, perché è tradizione buttare qualcosa di vecchio, quando giunge un nuovo anno. Io non posso buttar nulla ma posso fare a pezzi un brutto film di questo 2013 appena concluso. E il film scelto per l'occasione è... La notte del giudizio (The purge, 2013), diretto da James DeMonaco.
A causa della disastrosa situazione economica e sociale, il governo degli Stati Uniti inizia a consentire una notte di 12 ore l'anno in cui tutte le attività illegale diventano legali. Durante una di queste notti in cui tutto è consentito, la famiglia Sandin si trova a doversi proteggere da un assalto alla propria abitazione. Riuscirà il loro sistema di sicur…