Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (01/05/2014)

Immagine
Ed eccoci ad un nuovo Mercoledì, quindi ad un nuovo appuntamento con Casualmente al Cinema. Ed ecco quindi le uscite cinematografiche da Giovedì 1 Maggio 2014, sempre all'insegna del cinema italiano ma con qualche pellicola interessante e qualche caduta inesorabile nel baratro. Ma giudicate voi. 
Francesco da Buenos Aires - La rivoluzione dell'uguaglianza
GENERE: Documentario REGIA: Fulvio Iannucci, Miguel Rodriguez Arias
Non ho molto da dire: un documentario sul Papa. Non capisco bene questo tipo di operazioni ma criticare non vuol dire necessariamente giudicare.
Il mondo fino in fondo
GENERE: Commedia REGIA: Alessandro Lunardelli CAST: Filippo Scicchitano, Luca Marinelli, Barbora Bobulova, Camilla Filippi, Alfredo Castro, Manuela Martelli, Cesare Serra.
Storia di due fratelli, Davide e Loris. Loris è tifoso dell'Inter e, quando decide di andare in trasferta a Barcellona, decide di portarsi dietro il fratello, che in spagna si invaghisce di un ragazzo e lo segue a Santiago…

[Recensione] Contracted (di Eric England, 2013)

Immagine
Ieri ho avuto la fortuna di parlare di un film horror con i controcazzi. Anzi, di una ghost story con i controcazzi, girato con la tecnica del mockumentary, cosa che ne aumenta esponenzialmente il valore. Ma su questo blog ogni tanto vige la legge del contrappasso e quindi, se ieri vi ho parlato di un buon film horror oggi vi parlo di un film horror mediocre. Ovviamente cambiamo genere e cambiamo sostanza, pur rimanendo sempre nell'ambito del cinema indipendente. Perché Contracted, horror del 2013 scritto e diretto da Eric England, è un film girato con una manciata di soldi che punta sullo shock carnale ponendosi a metà strada tra Cronenberg e Romero ma restando isolato in un limbo senza via d'uscita. E questo limbo si chiama "sceneggiatura", che qui sembra mancare. Oppure sono i buchi che ha ad essere così grandi da confondere.
Samantha, in crisi con la sua compagna Alice, va ad una festa in casa della sua amica Nikki. Lì si ubriaca, conosce BJ e ha con lui un rappo…

[Recensione] Lake Mungo (di Joel Anderson, 2008)

Immagine
Trovare un horror che faccia davvero paura, al giorno d'oggi, è impresa davvero ardua. Trovare un mockumentary che faccia davvero paura, al giorno d'oggi, è impresa ancor più complicata. Inciampare in un horror che, per fare paura, non ricorra ai classici mezzucci, ai soliti trucchetti triti e ritriti, sta diventando quasi impossibile, quindi immaginate il mio stupore, la mia felicità e il piacere che ho provato quando mi sono posto di fronte un film come Lake Mungo, che finalmente riesce nel difficilissimo compito di far venire una strizza incredibile allo spettatore, anche quello più smaliziato, con una semplicità disarmante e in modo mai banale. Perché la paura, in questo piccolo mockumentary australiano del 2008 scritto e diretto da Joel Anderson, non viene mai imposta, non viene mai suscitata forzatamente nello spettatore. Perturbante, lo chiamano. E infatti quando parliamo di Lake Mungo non intendiamo mai spaventi telecomandati, "buu" telefonati o sbalzi di vo…

Le (10) letture con cui sono cresciuto

Immagine
Ed ecco, da un'altra idea del Cannibale e di Pensieri Cannibali, una nuova classifica dopo quella de Le canzoni con cui sono cresciuto e tante altre. Questa volta si tratta di letture, non necessariamente libri, che mi hanno accompagnato nel corso della mia vita. Le letture con cui sono cresciuto, quelle che mi hanno portato ad essere quello che sono. 'Sti cazzi, direte voi, ma alla fine si tratta di quello che sono, in minima parte perché dieci posti sono veramente pochi, quindi ho dovuto fare una cernita e buttar fuori romanzi, raccolte e riviste che ho amato e amo ancora. Ma bando alle ciance e beccatevi questa Top 10.

[Recensione] Game of Thrones - Breaker of Chains (04x03)

Immagine
Ed eccoci qua con la recensione dell'ultima puntata della serie cult Game of Thrones. Una recensione mini, ridotta, per venire incontro alle mie capacità di quest'oggi visto che sono influenzato. Ed è proprio l'episodio in se a venirmi in contro, perché in Breaker of Chains non succede poi molto e quel che succede è diretta conseguenza di quel che avevamo visto nel finale del secondo episodio. 
Considerati i contenuti, si consiglia la lettura solo a chi ha già visto la puntata.
Perché se The Lion and the Rose terminava con la tanto attesa morte di Re Joffrey, Breaker of Chains riparte proprio da dove i nostri personaggi ci avevano lasciati e ci mostra:
1) Una Sansa in fuga, aiutata Dontos Hollard, che finisce dalla padella alla brace, ovvero dall'ira della Regina Cersei alle mani viscide di Dito Corto. 
2) Tyrion rinchiuso nelle segrete con l'accusa di omicidio. Dovrà subire un processo, ma Cersei pretende la sua vendetta. Per trovare qualcuno che testimoni per lui…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (24/04/2014)

Immagine
Settimana di cinema dopo le feste pasquali. Settimana corta, perché le feste ricominciano Venerdì e perché i film in programmazione sono veramente pochi. Peccato. E soprattutto peccato perché c'è ben poco di interessante. Ma guardate voi e giudicate i film in uscita domani, Giovedì 24 aprile 2014. Solo su Casualmente al Cinema. 
The Amazing Spider-Man 2: Il potere di Electro
GENERE: Azione, Fantasy, Avventura REGIA: Marc Webb CAST: Andrew Garfield, Emma Stone, Paul Giamatti, Jamie Foxx, Dane DeHaan, Sally Field, Denis Leary, Martin Sheen, Chris Zylka, Marton Csokas, Stan Lee, Frank Deal, Felicity Jones, Embeth Davidtz, Chris Cooper, B.J. Novak, Sarah Gadon.
Ed ecco che arriva il secondo capitolo del reboot di Spiderman. Dopo una prima prova abbastanza scarsa qui abbiamo una serie di cattivi da far venire l'acquolina in bocca, ma la sensazione che si tratti dell'ennesima schifezza è alle porte.
Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve
GENERE: Commedia, Drammatico, …

[Recensione] Trascendence (di Wally Pfister, 2014)

Immagine
Lo ammetto, non sono un vero e proprio fan della fantascienza, un genere che mi ha sempre attratto ma che non considero veramente "mio". Non la fantascienza nel senso classico del termine, almeno. Ma, sicuramente, ho guardato abbastanza film di fantascienza per poter affermare senza ombra di dubbio che conosco le dinamiche e i meccanismi di genere e che, quindi, posso pormi di fronte ad un opera fantascientifica con cognizione di causa, senza pregiudizi o problemi nel codificarne il linguaggio. E dico tutto questo non per tirarmela ma per avvertire il lettore che, nonostante tutto, conosco quello di cui sto parlando. E, proprio perché lo conosco, mi ritengo assolutamente incapace di consigliarvi o sconsigliarvi Trascendence, l'esordio da regista di Wally Pfister, direttore della fotografia e storico compagno di avventure nolaniano. Perché questo film di fantascienza del 2014 con Johnny Depp, Rebecca Hall, Paul Bettany, Kate Mara e Morgan Freeman nella parte di Morgan Fr…

La paura, l'horror e... Paranormal Activity (Parte 2)

Immagine
La scorsa volta ho parlato di horror come di un genere "sovversivo". E in effetti lo scopo dell'horror, al cinema, era di sovvertire il naturale ordine delle cose per portare turbamento nell'animo dello spettatore. I primi film horror hanno, come protagonisti, mostri che sovvertono il naturale ordine del mondo: il Golem è un mostro creato dall'uomo per difendere il popolo ebraico, il vampiro è una creatura "non morta", lo scienziato pazzo è un sovversivo per natura, i fantasmi sono i morti che tornano a perseguitare i vivi, il mostro di Frankestein è stato creato da uno scienziato con l'unico scopo di sconfiggere la morte. Ecco, il cinema di genere cosa fa? Capovolge la realtà. Non per sempre, non a lungo, perché alla fine il naturale ordine delle cose viene ripristinato. Perché dopo aver turbato lo spettatore bisognava anche rassicurarlo, altrimenti il fiasco era garantito, e forse il primo a disobbedire a tale regola, in un certo senso, è stato To…

[Recensione] Noah (di Darren Aronofsky, 2014)

Immagine
Una delle cose che odio veramente è dover parlar male di un regista che amo. E tra i registi che amo Darren Aronofsky occupa sicuramente un posto di rilievo visto che di suo, fino ad ora, mi è piaciuto praticamente tutto. E quando dico tutto intendo veramente tutto, incluso quel suo tanto bistrattato The Fountain - L'Albero della vita di cui ho parlato tanto tempo fa, proprio qui. Eppure questa volta non è che ci sia molto da fare, molte scuse a cui aggrapparsi, molti modi per passar sopra a quella che definisco la prima, vera, grande delusione di questo 2014. Una delusione dal nome altisonante, che richiama alla memoria uno dei tanti fatti narrati nella prima e più grande opera fantasy del mondo: la Bibbia, il Diluvio Universale, Noah.
Noah, ovvero Noè, il personaggio dell'Antico Testamento che salvò l'umanità quando Dio cercò di sterminarla. Un film che da sempre è stato il pallino dell'autore Aronofsky, che ne scrisse una prima stesura tra il 2004 e il 2006 (assieme…

[Recensione] Game of Thrones - The Lion and The Rose (04x02)

Immagine
Ed eccoci alla seconda puntata della quarta stagione di Game of ThronesThe Lion and The Rose. Tra l'altro si tratta della puntata di un serial più scaricata (illegalmente) nella storia della televisione (e di internet) con un file torrent condiviso 193.418 di volte. La puntata, solo il primo giorno, è stata scaricata 1,5 milioni di volte soprattutto in Australia, Stati Uniti e Regno Unito. 
Detto questo, ci prepariamo a uno degli eventi più attesi della stagione, il matrimonio reale tra Re Joffrey e Margaery Tyrell. Allo stesso tempo ci si concentra su tutti quei personaggi legati alla famiglia reale, da Tywin Lannister a Tyrion, da Jaime (che inizia a prendere lezioni di spada dal fighissimo Bronn) a Cersei, da Sansa Stark a Shae. Ricompare anche Oberyn Martell, il nuovo personaggio spaccaculi, ma tutto sembrerebbe rimanere narrativamente subordinato al matrimonio reale. 
In questo episodio però ricompare gente che non vedevamo dalla scorsa stagione. Intravediamo il buon Varys…

La paura, l'horror e... Paranormal Activity (Parte 1)

Immagine
Ok, questo post arriva sicuramente fuori tempo massimo, probabilmente si tratta di una copia della copia della copia di tante altre cose scritte fin'ora, ma mi sono reso conto di non aver mai veramente affrontato l'argomento sul blog nonostante ne abbia più e più volte accennato e parlato di persona. Quindi perché non mettere tutto nero su bianco e dare una forma definitiva ai miei pensieri? Ci ho (ri)pensato soprattutto ultimamente, dopo aver visto Oculus di Mike Flanagan. Un film horror per me assolutamente ben fatto che riflette su una tematica unica (lo specchio) affrontandola in maniera assolutamente originale, che d'altra parte ha ricevuto critiche aspre, molto aspre. E la critica più quotata è stata, ovviamente, quella, lei, la solita: non fa paura.
Eh, ma la paura è soggettiva. Eh, ma quel che fa paura a me può non far paura a qualcun'altro. Si dice così, di solito. La paura è personale (ma anche no), il mostro che ci portiamo nel taschino, la bestia che fa le…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (17/04/2014)

Immagine
Ecco il solito appuntamento settimanale con le uscite nei cinema italiani. Casualmente al Cinema vi propone una manciata di film, solo un paio veramente interessanti, gli altri abbastanza trascurabili. Quindi ecco cosa troverete da domani nelle sale, Giovedì 17 Aprile 2014, pochi giorni prima delle feste pasquali. Solo su Combinazione Casuale.
Gigolò per caso
GENERE: Commedia REGIA: John Turturro CAST: Woody Allen, Vanessa Paradis, Sharon Stone, John Turturro, Sofia Vergara, Max Casella, Jill Scott, Tonya Pinkins, Allen Lewis Rickman, Liev Schreiber, Bob Balaban, Aida Turturro, David Margulies, Michael Badalucco
Ecco il nuovo film di John Turturro, un attore sempre stato interessante, un regista ancora più interessante, estremamente indi che questa volta chiama all'appello il genio Woody Allen. La storia di due uomini, amici in condizioni economiche precarie, che fanno due scelte all'apparenza diametralmente opposte: uno il gigolò, l'altro il manager d'affari. Una comm…

[Recensione] All Hallows' Eve (di Damien Leone, 2013)

Immagine
Perché recuperare questo genere di film? Ecco, bella domanda. Forse perché il cinema non è solo quello che possiamo vedere in sala, non è solo quello ad alto o a basso budget, non è semplicemente quello bello, quello brutto o quello dimenticabile. E c'è differenza tra lo spettatore occasionale, semplice appassionato e colui che vuole vedere "tutto". Che pure su questo "tutto" potremmo stare a discutere una vita e forse non riusciremmo ancora a definirlo. Non ne basterebbero 10, di vite, per vedere "tutto". Serie A, serie B, serie Z. Tutto quello che può sembrare interessante, bello o brutto che sia. Per questo, quando ho sentito parlare di questo All Hallows' Eve di Damien Leone, nonostante tutti ne parlassero male, non ho potuto fare a meno di volerlo guardare. La prima volta è stato sul blog del Bradipo Cinefilo, che 'ste chicche te le tira fuori un giorno sì e uno no. Poi l'ha citato Erica del Bollalmanacco, che l'ha anche recensit…

[Recensione] Oculus (di Mike Flanagan, 2014)

Immagine
Ho parlato spesso delle pessime condizioni in cui ristagna l'horror contemporaneo. Forse addirittura ne ho parlato troppo, quindi non starò qui a menarvela con i soliti discorsetti: l'horror non produce più nulla di realmente degno da un paio d'anni a questa parte (ovviamente parliamo di horror maisterman) e tutto ciò che di positivo ci è arrivato è arrivato da quella faccia malese di James Wan (The Conjuring) o quell'inaspettato colpo di culo fortuna che è stato Sinister. Questo senza andare a disturbare la produzione underground/indipendente più recente. Né voglio fare di tutta l'erba un fascio, perché quel che non è piaciuto a me è piaciuto a qualcun'altro, quindi restiamo nel campo del gusto personale. Quel che è certo è che dal 2012 (l'anno di Quella Casa nel Bosco) non c'è stato nessun horror che abbia messo d'accordo cinefili, critici e horrorofili. Forse anche per questo aspettavo con ansia l'uscita del recentissimo Oculus, horror sovra…

Le (10) Canzoni con cui Sono Cresciuto

Immagine
Ed ecco che, da un idea di Cannibal del blog Pensieri Cannibali, parte una nuova classifica di Combinazione Casuale. Questa venerdì parliamo di musica, nella particolar specie di canzoni e, scendendo ancora più nel particolare, di canzoni che hanno accompagnato la mia vita, il mio crescere e il mio evolvere (o involvere, direbbe qualcuno). Dieci canzoni, dieci momenti nell'esistenza di un piccolo blogger spaurito, dieci motivi per cui mi potreste prendere in giro. Ovviamente 10 canzoni per una vita sono poche, quindi opterò per una selezione in base ai periodi della mia esistenza. Quindi ecco le (10) Canzoni con cui sono Cresciuto. 

[Recensione] Game of Thrones - Two Swords (04x01)

Immagine
Ed ecco che, finalmente, riparte una delle serie più amate degli ultimi anni, arrivata ormai alla quarta stagione e che, il giorno della premiere, ha registrato record di ascolti incollando allo schermo 6.6 milioni di spettatori. Sto parlando ovviamente di Game of Thrones e del primo episodio della quarta stagione intitolato Two Swords.
Ora, Game of Thrones non è sicuramente un capolavoro, ma si tratta comunque di una serie avvincente e caratterizzata da un alto tasso di: emoglobina, monologhi e corpi nudi. Praticamente un serial di grandissimo richiamo, erroneamente definito fantasy (e gli amanti del fantasy sanno di cosa sto parlando) ma digeribili da molti palati, fini e meno fini. Quindi è comprensibilissimo che il ritorno di una serie tanto seguita sia stato salutato con un record di ascoltatori. Soprattutto dopo gli avvenimenti che avevano caratterizzato il finale della terza stagione e lo shock della penultima puntata (SPOILER: muore quasi tutta la famiglia Stark durante un ma…

[Recensione Cortometraggio] Lights Out (di David F. Sandberg, 2013)

Immagine
Raddoppiamo i post di Combinazione Casuale quest'oggi, c'è qualcosa che vorrei farvi vedere. 
Si tratta di un corto, e io di cortometraggi non parlo da ormai un po' troppo tempo. Eppure sta uscendo roba mica niente male e nemmeno tanto difficile da reperire, sul web, ad opera di giovani e vecchi cineasti, ad opera di chi è già conosciuto e di chi cerca ancora di trovare il proprio spazio. Ed è un peccato non poter godere di certe opere che, seppur nella loro brevità, possono colpire con particolare durezza lo spettatore lasciando un segno indelebile. Ed è quello che mi è capitato recentemente dando uno sguardo a Lights Out, cortometraggio horror di due minuti e mezzo, diretto dallo svedese David F. Sandberg e vincitore 2013 del premio come Miglior Regia al Who’s There Film Challenge
E se il titolo del corto non ve lo lascia intuire ("Luci Spente", in italiano) allora ve lo dico io di cosa parla: della paura del buio e delle oscure presenze che lo abitano. E se…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (10/04/2014)

Immagine
Settimana con alti e bassi ma alcuni film da non perdere, al cinema. Perché da questo giovedì 10 Aprile 2014, ecco le nuove uscite cinematografiche in Italia, non tantissime, con alcune cose da dimenticare. Mentre tra quelle da ricordare c'è sicuramente il nuovo film di Wes Anderson (Grand Budapest Hotel), l'ultimo Aronofsky (Noah) che, dopo i successi di The Wrestler e Il Cigno Nero, il pubblico ha imparato a conoscere, e l'opera seconda di un regista che qui su Combinazione Casuale conosciamo già e che ci era piaciuto: Mike Flanagan. Che riporta l'horror nelle nostre sale con Oculus. Ma bando alle ciance, godetevi questa nuova puntata di Casualmente al Cinema.
Barry, Gloria e i Disco Worms
GENERE: Animazione REGIA: Thomas Borch Nielsen CAST: Arisa, Gabriel Lopez, Nicola Vitiello
Un film di animazione tutto europeo (tra Germania e Danimarca), la storia di un verme che decide di fondare una band disco ma che dovrà affrontare un grande problema per chi vuole apparire e …

[Recensione] Dark Circles (di Paul Soter, 2013)

Immagine
A volte capita che, non avendo molto da vedere o da fare, uno è pronto ad accontentarsi di qualsiasi cosa, e così va alla ricerca del film giusto al momento giusto senza badare a recensioni, registi o attori. E alla fine, il più delle volte, si finisce per buttarsi su film che hanno una trama o una storia interessante, nelle proprie corde, tentando la fortuna. Per questo, quando mi sono approciato ad una pellicola come Dark Circles, l'ho fatto un po' per noia, un po' per disperazione. Perché il film è recente (2013), la storia è classica ma c'è un particolare che, pensavo, avrebbe potuto elevare questa pellicola dell'americano Paul Soter sopra la media: il tema della mancanza di sonno.
Ecco, ci sono film che, trattando questo argomento, sono diventati cult o si sono rivelati delle vere e proprie rivelazioni. A memoria ricordo Nightmare - Dal profondo della notte, L'Uomo Senza Sonno (The Machinist) ma anche Fight Club. Perché la mancanza di sonno è un problema …

[Recensione] L'Impostore - The Imposter (di Bart Layton, 2014)

Immagine
Al giorno d'oggi capire cosa sia reale e capire cosa non lo sia è difficile, anzi, a volte addirittura impossibile. Perché ormai realtà e la finzione si confondono, si fondono, si amalgamano continuamente, si nutrono l'una dell'altra. E, a volte, la finzione diventa più reale del reale proprio quando la realtà diventa inaffidabile perché guardata da un punto di vista soggettivo, personale. Quando il reale arriva a stupire e a estraniare, persino a non convincere mostrando imperfezioni e buchi di sceneggiatura. Quando lo metti in scena e sembra fiction. Forse perché viviamo nell'epoca dei punti di vista. Di televisione, radio, internet. Del populismo estremo e del siamo tutti critici del mondo che ci circonda. L'epoca di facebook, degli smartphone, delle selfie e della propria opinione a tutti i costi. Della finzione spacciata per reality da un Grande Fratello qualunque. Del mockumentary e del found footage.
Poi uno va a vedere L'Impostore - The Imposter ed ecc…

Pensieri Cannibali Day

Immagine
Quindi, oggi è Venerdì e avevo mille idee su cosa scrivere, su come stupirci con effetti speciali e magari stilare una nuova classifica di Classificando perché è da un po' che non ne scrivo una. Solo che prima di cominciare ho controllato sul calendario che giorno fosse e ho capito che avrei dovuto stravolgere la programmazione di Combinazione Casuale perché questo è un giorno speciale. 
Allora, oggi 4 Aprile 2014 ricorre il sesto compleanno di uno dei blog più importanti della blogsfera. Sto parlando di Pensieri Cannibali, gestito da Marco Goi alias Cannibal Kid. Un blog che ad una prima occhiata potrebbe sembrare estremamente radical chic ma che invece, poi, andando in profondità, sarà sicuramente in grado di spiazzarvi e stupirvi, di piazzarvi certe recensioni che non solo dimostrano la grande abilità di Marco dietro al tastiera ma che colpiscono per originalità, ironia e capacità di scrittura. E questa, ve lo giuro, non è una marchetta: il Cannibale non mi paga, non mi regala…

Breaking Bad - Recensione e curiosità di una serie già cult

Immagine
Non sono un divoratore di Serie Tv, io. Credo che le serie, data la loro lunghezza, possano essere persino meglio di un film ma sicuramente rubano più tempo e per un appassionato il tempo non è proprio denaro ma ci va vicino. Forse per questo, forse perché è l'ultima cosa che ho visto (seppur in ritardo clamoroso), dovete prendere con le molle quel che state per leggere su quella che forse è la serie più di successo mai uscita per il piccolo schermo: sto parlando di Breaking Bad, di Vince Gilligan
Ecco, parlo di serie più di successo perché è rarissimo che un prodotto, qualunque esso sia, riesca a mettere d'accordo critica e pubblico in maniera ASSOLUTA. Andate a vedere su IMDb, andate a leggervi le varie recensioni. Chi non ha apprezzato o è rimasto freddo di fronte questa opera monumentale è sicuramente una minoranza, una minoranza assoluta. Consideriamo anche che Breaking Bad non è una serie per tutti o meglio, non parte come una serie per tutti, non è un serial che si b…

Casualmente al Cinema - Le uscite cinematografiche della settimana (03/04/2014)

Immagine
Ed eccoci di nuovo qua per un altra serie di uscite nei cinema italiani. E come ogni maledetto mercoledì andiamo a vedere in dettaglio le uscire settimanali, questa volta di Giovedì 03 Aprile 2014. Anche questa settimana all'insegna del cinema italiano, nulla che mi faccia ben sperare. Ecco, non mi sembra che ci sia molto da vedere, forse solo Nymphomaniac di Von Trier almeno per curiosità. Voi, se vi va, dite la vostra. E intanto partiamo con una nuova puntata di Casualmente al Cinema. Solo su Combinazione Casuale.
The special need
GENERE: Documentario, Drammatico, Avventura, Family REGIA: Carlo Zoratti CAST: Enea Gabino, Carlo Zoratti, Alex Nazzi
Un film apparentemente complesso che indaga sulla diversità e sulle difficoltà che i diversi vivono nel nostro paese. La storia di un ragazzo autistico alla ricerca del primo rapporto sessuale.
Divergent
GENERE: Azione, Fantascienza, Avventura, Sentimentale REGIA: Neil Burger CAST: Shailene Woodley, Theo James, Kate Winslet
Dal regista d…

[Recensione] In Trance (di Danny Boyle, 2013)

Immagine
Prima di procedere con la recensione di In Trance (che in lingua originale si intitola Trance, ma i nostri distributori devono per forza togliere/aggiungere/storpiare) di Danny Boyle, vorrei rendervi partecipi di quanto poco io stimi il suddetto regista. Certo, ha azzeccato un film che è diventato un cult generazionale (Trainspotting), ha rilanciato in chiave attuale la figura degli zombie (28 Giorni Dopo), ha vinto un Oscar con The Millionaire, ma a me continua a non convincere per niente. Per questo ci ho messo un bel po' prima di tentare la visione del suo ultimo lavoro (2013) cercando, tra l'altro, di non partire troppo prevenuto. 
I pareri letti in giro erano contrastanti, il cast non mi entusiasmava (ma di solito Vincent Cassel è una garanzia), la trama sembrava interessante. Insomma, ci ho provato ma alla fine non è andata bene, perché In Trance è un thrillerino di plastica nemmeno tanto imprevedibile con momenti trash nemmeno niente male.
Simon è un battitore d'ast…