Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2016

The Witch (di Robert Eggers, 2016)

Immagine
Tornando a parlare di horror, mi ritrovo a parlare di un film che proprio horror non è. E se non fosse che, qui da noi, è uscito al cinema proprio un paio di settimane fa, mi sarei astenuto dal farlo, perché effettivamente non so bene cosa dire.  Il mio approccio a The Witch, al di là del risultato finale, non è stato dei più semplici. Questo perché, quando sento parlare di film dell'anno, tendo ad alzare le sopracciglia. Non mi convince mai una definizione del genere. Poi qualcuno lo ha accostato a Babadoock e lì i miei dubbi si sono fatti più consistenti. Perché, per quanto io consideri The Babadook un buonissimo film, sono restio a chiamarlo capolavoro (ma per quanto riguarda Babadook, vi rinvio alla mia recensione qui). The Witch, in effetti, ha avuto effetti molto simili al film di Jennifer Kent, nel senso che mi ha alienato, mi ha affascinato, ma non mi ha convinto fino in fondo. Che poi, le due pellicole sono diversissime, hanno intenti diversi, trattano temi diversi. Solo…

Lights Out (di David F. Sandberg, 2016)

Immagine
Ultimamente mi è capitato di fare una breve chiacchierata sul cinema horror, in generale. E' stato un attimo, un fugace scambio di opinioni, ma quel che mi ha colpito di questa conversazione è stata un'ovvietà a cui non avevo mai pensato: ad alcune persone non piace l'horror per la mancanza di realismo. Nel senso che, per essere spaventate da un film, alcuni devono potersi rispecchiare nella situazione. Se quest'ultima è improbabile, allora niente paura e (a molti) un film horror che non fa paura non piace. Quindi, se prendi un Jason o un Michael o un Freddy, al di là delle connotazioni che sono state date ai film di cui sono protagonisti, il meccanismo della paura non funziona. Eppure c'è dell'altro. Io non credo valga l'idea che se una cosa può capitarmi, allora mi fa paura. Credo piuttosto che sia il contrario: la paura scaturisce dall'idea, per quanto remota o impossibile, che una cosa vista in video potrebbe capitare anche a me. Mi spiego meglio: …

Suicide Squad (di David Ayer, 2016)

Immagine
Andare al cinema già sicuri di andare a vedere un brutto film non sempre è sinonimo di masochismo. Se, ad esempio, ti capitassero dei biglietti gratis, andare al cinema a guardare un brutto film che però aspetti da tanto tempo, questa io la chiamo una mossa intelligente. Il perché è semplice: il cinema rende felici. Starmene in sala, magari con meno persone possibili, per me è il massimo del piacere. Sarò un feticista, ma secondo me, rispetto a questo piacere, la bellezza del film in se viene dopo.  Ci sono due cose, però, che mi frenano molto spesso dall'andare al cinema. Anzi, tre: il costo dei biglietti, la mancanza di tempo e la pigrizia. Le prime due vanno a braccetto, perché i biglietti costano meno proprio in quei giorni in cui non posso andarci. La terza invece è la più infida, perché la pigrizia mi fotte sempre, a causa sua molto spesso rinuncio a cose che mi piacciono. Se avessi un cinema sotto casa o, ancora meglio, se ci vivessi dentro, sarebbe sicuramente un problema…

[News] Lion, un cortometraggio horror di Davide Melini in uscita ad Halloween

Immagine
Interrompo le vacanze del blog per un post veloce veloce, qualcosa dedicato al cinema italiano di genere, di cui mi importa così tanto ma di cui mi accorgo di parlare sempre troppo poco. Quest'oggi sono stato contattato da Davide Melini che, per chi non lo sapesse, è un regista e sceneggiatore italiano che vive in Spagna e che, tra le altre cose, è stato assistente alla regia nel film La Terza Madre di Dario Argento e nella serie anglo-americana Penny Dreadful.  Davide mi ha contattato per informarmi che il prossimo Halloween uscirà il suo nuovo cortometraggio, Lion
A scanso di equivoci, sembrerebbe che questo cortometraggio abbia alle spalle un apparato produttivo di tutto rispetto. Ovviamente non sarà italiano, bensì inglese, ma avrà (oltre ad un regista nostrano) anche un cast una troupe e un apparato produttivo internazionale con alcuni italiani coinvolti.  Nel cast ci saranno, infatti, Pedro Sánchez, Michael Segal (Colour from the Dark, Anger of the Dead) e Tania Mercader,…