Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2017

I miei film horror del 2017

Immagine
E siamo qui, con l'appuntamento di fine anno con il tipo di cinema che amo, ovvero quello horror. Inizialmente ero partito con l'idea di una Top 5, ma quest'anno è stato particolarmente prolifico. Un'annata grandiosa per un cinema di genere che sta dimostrando quanto la qualità si possa coniugare anche ai grandi numeri. L'esempio perfetto? IT, che ha sbalordito con il più grande incasso della storia. 
Non mi va però di redigere una classifica di merito. Non me la sento. Preferisco indicarvi quali sono stati, SECONDO ME, i migliori film horror di questo 2017. Magari con qualche indicazione che possa far capire come mai inserisco quel dato titolo nell'elenco. Ovviamente si basa sui film che ho visto.
Partendo da questo presupposto: nessuna TOP, nessuna classifica. 
Solo una cosa vorrei specificare prima di cominciare:
Per me mother! è il miglior film di questo 2017. Per me mother! è un film horror poiché ne rispetta tutti gli stilemi. mother!, però, non sarà incl…

I MIEI film del 2017: una TOP 5

Immagine
TOP 5 
Ed eccoci qui, come ogni anno, alla fine dell'anno. Al di là di tutto quel che può essere personale, ogni fine porta con se delle considerazioni su quel che è stato. Su un blog come questo, ovviamente, le considerazioni sono di tipo cinematografico.  Mancano 2 giorni a Capodanno. Direi che è arrivato il momento di mettere nere su bianco queste considerazioni. Oggi quindi, dopo tanto tempo, una classifica di quelli che A MIO PARERE sono stati i migliori film dell'annata 2017. Scegliere non è stato affatto facile, quindi ho deciso di limitare il tutto a 5 "posizioni" rimanendo nel campo del più generale possibile, facendo confluire quindi i generi e l'autorialità. Ovviamente si tratta di una Top 5 assolutamente personale basata sui miei gusti e sui film da me visionati durante l'anno. Mancheranno quindi film che alcuni di voi riterranno imprescindibili, alcuni che forse sarebbero piaciuti molto anche a me. Non importa, prendetela come viene. 
Domani inve…

Raw - Una Cruda Verità (di Julia Ducournau, 2017)

Immagine
Crescere è doloroso, lo abbiamo capito. Diventare adulti fa male, non solo emotivamente. Certe cose sono inevitabili, ma non vuol dire che sia ossibile farle diventare piacevoli. Crescere, con le dovute eccezioni, non lo è mai. Il cinema, su questo processo, ci ha marciato parecchio, soprattutto quello horror. Però credo pochi film lo abbiano fatto con l'eleganza e la potenza di Raw. Raw è doloroso. Raw ti calpesta. Non lo riguarderò mai più, credo. Raw mi ha rivoltato come un calzino. Di questo devo ringraziare Julia Ducournau, sceneggiatrice e regista alla sua opera prima. Ha la mia età, Julia. Forse anche per questo è riuscita ad arrivarmi dritto allo stomaco. Lo stomaco è il mio cervello, quando si tratta di cinema. Non ragiono facendo funzionare le sinapsi, quando guardo un film. Ragiono attraverso le emozioni. Tutto il resto arriva dopo, ma ha poco a che fare con quanto un film mi sia piaciuto o meno. Comanda lo stomaco, ha ragione lui. Quando guardo un film, io ragiono con …

Netflix: Mindhunter (Stagione 1)

Immagine
Mindhunter non è una serie "crime" nel comune senso del termine. Nel senso che non si tratta della "crime TV" a cui gli standard più recenti ci hanno abituato. Potrei addirittura affermare che, concettualmente, siamo più dalle parti di True Detective che di Criminal Minds: l'ennessimo successo Netflix, tratto dal libro Mindhunter: La storia vera del primo cacciatore di serial killer americano (scritto da Mark Olshaker e John E. Douglas), non ci propone la classica storia di caccia al colpevole, ma la storia di come tutte le caccie abbiano avuto inizio. In altre parole, Mindhunter ci racconta di come la pratica del "profiling" sia nata e di come sia nato il concetto di "serial killer". 
Nonostante l'ideatore di questa ottima serie TV sia Joe Penhall (commediografo britannico), credo sia indubbio che il vero artefice del suo successo rimanga David Fincher, qui non solo nelle vesti di produttore esecutivo ma soprattutto di regista (con qua…