I MIEI film del 2017: una TOP 5

TOP 5 

Ed eccoci qui, come ogni anno, alla fine dell'anno. Al di là di tutto quel che può essere personale, ogni fine porta con se delle considerazioni su quel che è stato. Su un blog come questo, ovviamente, le considerazioni sono di tipo cinematografico. 
Mancano 2 giorni a Capodanno. Direi che è arrivato il momento di mettere nere su bianco queste considerazioni. Oggi quindi, dopo tanto tempo, una classifica di quelli che A MIO PARERE sono stati i migliori film dell'annata 2017. Scegliere non è stato affatto facile, quindi ho deciso di limitare il tutto a 5 "posizioni" rimanendo nel campo del più generale possibile, facendo confluire quindi i generi e l'autorialità. Ovviamente si tratta di una Top 5 assolutamente personale basata sui miei gusti e sui film da me visionati durante l'anno. Mancheranno quindi film che alcuni di voi riterranno imprescindibili, alcuni che forse sarebbero piaciuti molto anche a me. Non importa, prendetela come viene. 

Domani invece vi proporrò la mia Top 5 di genere horror, quindi stay tuned.


5) Sull'ultimo gradino, al quinti posto, ecco Okja, l'ultimo film di Bong Joon-ho prodotto e reso disponibile unicamente su Netflix. Vi rimando al mio post dedicato qui, ma riassumendo, un film che parla al cuore anche con una certa violenza ma mai con cattiveria. Una favola moderna che porta avanti temi importanti senza mai emettere un vero e insindacabile giudizio. Il tutto con una padronanza del mezzo che fa luccicare gli occhi. Un film per famiglie atipico.


4) Quello con Edgar Wright è un grande amore ed ero sicuro che neanche la sua ultima opera mi avrebbe deluso. Certo, non siamo ai livelli della Trilogia del Cornetto, ma Baby Driver è un film assolutamente splendido, in cui la musica non è solo colonna sonora ma protagonista. Un musical atipico, un'atipica storia d'amore. Un film d'azione delizioso. Ad ogni modo qui ne parlo in maniera un po' più approfondita.


3) Ritengo Denis Villeneuve il miglior giovane regista attualmente in circolazione. Per ora non ha sbagliato un colpo. Perfino un mega flop come Blade Runner 2049, rispetto alla media e non solo, è un piccolo gioiello di stile. Ma attualmente il film di questo regista che più ho amato è stato sicuramente Arrival. Arrival è un film di fantascienza atipico. Fantascienza umana che parla di linguaggio. Forse il primo e l'unico nel suo genere. Qui un post in cui approfondisco, ma lasciatemelo dire: tra i tre migliori film dell'anno, per me.


2) Quello di David Lowery è un film che, sulla carta, non mi sarebbe mai dovuto piacere. Inesorabilmente lento, indi fino al midollo, un po' fighetto in quel senso intelettualoide che a me da troppo di hipster. Eppure, inaspettatamente, A Ghost Story è diventato il film della mia vita e fino a qualche mese fa lo ritenevo il mio film dell'anno. Poi è stato scalzato da quello che troverete al primo posto. Una storia d'amore straziante con un protagonista iconico che più iconico non si può. Una Rooney Mara infinita e una colonna sonora da brividi. Un film sulla memoria. Bellissimo. Leggetevi qui la mia recensione più approfondita. 


1) Darren Aronofsky, maledetto bastardo. Ti ho odiato per quel tuo bruttissimo Noah, che pure, all'epoca, tentai di difendere. Ma in cuor mio ti avevo già dato per spacciato, pur non avendo mai smesso di sperare. Ed ecco che, quest'anno, scrivi e giri il film più chiacchierato, che più ha diviso pubblico e critica. E torni a farti amare da me. Torni a conquistarmi. Torni ad emozionarmi. Perchè mother! è il più bel film dell'anno. Davvero. Questo horror atipico, questa riscrittura (revisione) della Bibbia. Questa critica spietata all'umanità. Quest'urlo contro Dio. Non ci ho ancora scritto un post ma lo farò il prossimo anno. Per ora mother! si becca il primo post, a dominare il podio. Grazie Darren per non avermi deluso. 

Ci sono stati altri film che ho amato durante questo 2017 e che sarebbero comparsi nella mia eventuale Top 10. Solo che sono tanti e non ho voluto strafare. Menzione d'onore, però, ad Atomica Bionda, Dunkirk e La Battaglia di Hacksaw Ridge. Alcuni horror che avrebbero trovato tranquillamente posto, invece, li vedrete domani nella classifica dedicata. 

Vorrei citare infine Twin Peaks 3, considerabile una serie TV ma a tutti gli effetti "un film di 18 ore", come lo ha definito David Lynch. Quindi ci poteva anche stare e forse avrebbe scalzato tutti gli altri. 

Commenti

  1. Li ho visti tutti e cinque, e se A ghost story, Arrival e in parte Baby driver li ho molto amati, non posso dire lo stesso per Okja e Mother!, pur interessanti.
    Ma il bello delle classifiche di fine anno è anche e soprattutto la diversità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per mother! posso capirlo benissimo. Strano per quanto riguarda Okja, credevo fosse piaciuto a tutti. Comunque più che d'accordo: sono tutte classifiche molto personali.

      Elimina
  2. Condivido per Arrival (l'unico visto), un film atipico e strano, ma incredibile e bellissimo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi mi hanno fatto notare che Arrival in realtà è del 2016. Solo che da noi è arrivato a Gennaio...

      Elimina
  3. Eh, TP scalza tutti gli altri in ben due categorie, film e serie tv.
    In ogni caso, A Ghost Story ora mi intriga, visto ciò che hai scritto...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recuperalo, io lo sto promuovendo da mesi :D e comunque è vero TP surclassa tutti.

      Elimina
  4. Purtroppo di questi ho visto solo Okja e Arrival :( Spero di recuperarne almeno un paio prima della fine dell'anno... Madre! è in rampa di lancio da giorni ma non riesco a trovare il momento giusto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mother! merita il momento adatto, soprattutto perché è un film che divide. Comunque recupera quello che puoi, secondo me ne vale la pena.

      Elimina
    2. Proprio l'ultimo giorno dell'anno ho intanto recuperato Baby Driver, che sarà molto in alto anche nella mia classifica!

      Elimina
    3. Grande. Per me questo film è stato addirittura sottovalutato

      Elimina
  5. Preferisco DUNKIRK; forse vincerà il Golden Globe, dove i giurati sono stranieri che vivono a Los Angeles (proprio come Nolan); l'Oscar no, visto che i giurati sono tutti USA e in DUNKIRK non c'è un americano manco nel catering

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunkirk non è arrivato in Top 5 perché, per quanto bellissimo, il cinema di Nolan mi rimane distante in generale. Comunque grande film!

      Elimina
  6. Uh, sorpresa Madre! alla numero 1, grandissimo!
    Anche gli altri film della tua top sono presenti nella mia, quindi quest'anno ci siamo abbastanza, almeno se faccio finta di non aver letto le tue menzioni d'onore ahahah :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, neanche Dunkirk? Questo da te non me lo aspettavo :D

      Elimina
  7. Okja e- bellissimo.atmosferico,emotive,dolce..gli altri mi mancano tutti all-appello.twin peaks3 no comment una delusione x me proprzionale all-attesa.

    RispondiElimina
  8. I registi famosi non sono conosciuti solo per la loro grande abilità nell’intrattenerci, ma anche per le loro anime artistiche. Uno dei registi più importanti polacchi, Andrzej Wajda, ha voluto mostrare ai suoi fan cosa gli ha fornito l’ispirazione per i suoi spettacoli e film; per questo ha scelto le sue bozze, disegni e immagini che lo hanno ispirato maggiormente, e li ha commentati in degli album che ora offriamo assieme ad un film in cui Wajda spiega come ha usato questo materiale per creare i suoi film. Ora puoi averli finanziando il nostro progetto sulla piattaforma di crowdfunding, ed ottenere regali speciali. Seguici su facebook, e rimani informato sui contest e sulle offerte speciali.
    https://multiartprojects.com/it/

    RispondiElimina

Posta un commento

Info sulla Privacy

Post popolari in questo blog

Breaking Bad - Recensione e curiosità di una serie già cult

6 racconti creepypasta che non vi faranno dormire la notte

Le 10 fobie più strane, stupide, atipiche

Top 5: le Creepypasta (o leggende web) più inquietanti

[Recensione] In Trance (di Danny Boyle, 2013)