Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2018

La mia nuova raccolta di poesie: Le Memorie dei Giganti

Immagine
Piccolo post di servizio:
Una delle novità di quest'anno che mi riguarda personalmente è l'uscita di un mio nuovo libro. Un progetto che ho iniziato a curare tre anni fa e che finalmente, in questi giorni, ha preso luce. Ho intenzione quindi di rubare voi solo qualche minuto per parlarvi della mia nuova silloge poetica, edita da Edizioni Montag e dal titolo Le Memorie dei Giganti
Le Memorie dei Giganti mi ha portato via tempo e energie. Mi ha portato via gran parte del tempo libero: nell'arco di tre anni ho buttato tempo e sudore su ognuna delle 31 poesie che compongono la raccolta.
Non si tratta di una raccolta casuale: ogni poesia che la compone è stata scritta e scelta per essere la tappa di un percorso, il tassello di un mosaico concettuale. Le Memorie dei Giganti sviluppa un tema ben preciso e si tramuta in racconto. Come lascia intuire lo stesso titolo, il perno su cui tutta la silloge ruota è la memoria, quel mostro famelico che si nutre del nostro passato. Un tema…

[Netflix] Il Rituale (di David Bruckner, 2018)

Immagine
David Bruckner è uno di quei registi che sembrava non avrebbe mai rinunciato a quell'attitudine underground un po' sporca, un po' malata che è propria di chi si muove nel mondo dell'horror indi americano. Specifico americano perché ritengo netta la differenza tra il cinema indipendente europeo e quello d'oltreoceano. Poi però Bruckner arriva a dirigere un film inglese, prodotto da Netflix, ambientato quasi esclusivamente in Svezia, tra i boschi e le montagne, e le carte in tavola cambiano un pochino. Perche Il Rituale è, per quasi tutta la sua totalità, un film d'atmosfera che sfrutta due elementi per creare terrore: l'ambiente naturale, che diventa quasi "di frontiera", e le dinamiche umane. 
Quattro attori per circa 70 minuti di film. Phil, Dom, Hutch, e Luke sono quattro amici che in seguito a un lutto abbandonano la loro cara Inghilterra e si recano in Svezia per una vacanza sulle montagne in onore dell'amico Rob. Solo che, durante un'…

Netflix: The Cloverfield Paradox (di Julius Onah, 2018)

Immagine
Adoro il concetto di "universo cinematografico condiviso", soprattutto quando riesce ad andare al di là della mera operazione fandom diventando davvero la base di partenza per elementi indipendenti che si muovono in un contesto comune. Quindi alla base del franchise Cloverfield c'è l'idea di inserire film che tecnicamente non avrebbero nulla a che fare in uno stesso universo narrativo, cosa che li porta a convergere senza mai intersecarsi, con personaggi e situazioni in spazi (o tempi e dimensioni) diversi, ma caratterizzati da elementi inconfondibili che creano familiarità. Oltre alla situazione di base che, lo scopriamo nei primi due film (Cloverfield e 10 Cloverfield Lane), vede il nostro pianeta invaso da terribili mostri. 
Bene, nel nuovo The Cloverfield Paradox ci viene spiegato anche perché.
The Cloverfield Paradox viene annunciato durante il Super Bowl e rilasciato il giorno stesso su Netflix, la nota piattaforma streaming che attraverso riservati accordi con…

Lake Bodom (di Taneli Mustonen, 2016)

Immagine
Lake Bodom, in originale semplicemente Bodom, è un film finlandese del 2016. Uno slasher movie a suo modo atipico, non tanto per le dinamiche apparenti quanto per i risvolti che, in un certo qual modo, non soltanto ribaltano ma decostruiscono il genere stesso.  Tutto parte da una storia vera, un caso non risolto chiamato "l'omicidio del Lago Badom" che vide nel 1960 quattro ragazzi in campeggio sul suddetto lago coinvolti in un massacro: solo uno di questi sopravvisse, prima accusato dell'orribile gesto, infine assolto. Sul presupposto quindi di un killer ancora in liberta si basa il film di Taneli Mustonen, portato in Italia l'anno scoros (2017) per l'home video dalla solita Midnight Factory.
Quattro adolescenti, due ragazzi e due ragazze, si recano in campeggio sul Lago Bodom per far luce sul famoso massacro mai risolto accorso nel '60. Uno di loro crede infatti che l'assassino sia ancora in libertà e cerca di ricostruire i fatti sperando di poter sc…