La mia nuova raccolta di poesie: Le Memorie dei Giganti


Piccolo post di servizio:

Una delle novità di quest'anno che mi riguarda personalmente è l'uscita di un mio nuovo libro. Un progetto che ho iniziato a curare tre anni fa e che finalmente, in questi giorni, ha preso luce. Ho intenzione quindi di rubare voi solo qualche minuto per parlarvi della mia nuova silloge poetica, edita da Edizioni Montag e dal titolo Le Memorie dei Giganti

Le Memorie dei Giganti mi ha portato via tempo e energie. Mi ha portato via gran parte del tempo libero: nell'arco di tre anni ho buttato tempo e sudore su ognuna delle 31 poesie che compongono la raccolta.
Non si tratta di una raccolta casuale: ogni poesia che la compone è stata scritta e scelta per essere la tappa di un percorso, il tassello di un mosaico concettuale. Le Memorie dei Giganti sviluppa un tema ben preciso e si tramuta in racconto. Come lascia intuire lo stesso titolo, il perno su cui tutta la silloge ruota è la memoria, quel mostro famelico che si nutre del nostro passato. Un tema che mi ha sempre affascinato e che in molti prima di me hanno trattato in grandi opere che, con il tempo, sono divenute fonte di ispirazione. 

Cos'è la memoria? Quand'è che converge con il concetto di ricordo? Come cambia? 
Che sia individuale o collettiva, storica o culturale, il concetto stesso di memoria cambia e si trasforma. Io, in queste pagine, ho solo cercato di svelare il mio piccolo, insignificante punto di vista. Che magari converge con il vostro, chissà. 

Trasversalmente però Le Memorie dei Giganti parla anche di altre cose. Di amore, ad esempio. Perché infondo anche l'amore si perde nella memoria e molto spesso quel che rimane di un amore perduto è il ricordo che noi abbiamo di esso. Un amore passato si nutre di ricordi, ad esempio. La memoria filtrata dal nostro distorto punto di vista. 

Insomma, io ci ho provato a trattarlo, questo argomento così grande. Spero solo che il risultato possa rivelarsi il più piacevole possibile.

Le Memorie dei Giganti è edito da Edizioni Montag e costa 14€. Ci tengo a precisare che sono assolutamente contrario all'editoria a pagamento (EAP) e che quindi dalle mie tasche non è uscito un solo centesimo per la pubblicazione di questo volume.

Vi lascio con un paio di link da cui potete acquistare il libro, se mai foste interessati a leggerlo, con la sua presentazione presa direttamente dalla quarta di copertina e con il primo booktrailer che ho realizzato personalmente. Su Combinazione Casuale invece ci ribecchiamo la prossima settimana con la normale programmazione del blog.


“Le Memorie dei Giganti è una raccolta di trentuno poesie, trentuno testi più o meno brevi che parlano del tempo e della memoria persa nel tempo. Di come i sentimenti si nutrano di ricordi, dell'amore che si nutre di se stesso. Storie che si incrociano e si confondono, dall'infanzia alla vecchiaia, passando per l'età adulta, è che appartengono ad ogni individuo fino a divenire collettive, attimi di vita tra passato, presente e futuro. 
Ogni essere umano è le esperienze che lo hanno formato, i giganti che popolano il suo subconscio, i mostri che è costretto ogni giorno ad affrontare. Ma i giganti sono anche le memorie su cui l'umanità stessa basa la propria storia. Tutto questo si dipana in trentuno poesie in versi liberi attraverso cui prende forma una storia d'amore dai toni a volte agrodolci, altre drammatici o tragici.  Vita e morte, gioie e dolori, speranze e rimpianti tentando di fare ordine tra i pensieri di chi scrive e quelli di chi legge.”



Commenti

Posta un commento

... e tu, cosa ne pensi?

Post più popolari